Meteo, allerta neve/ Lombardia imbiancata, fitta nevicata a Sondrio e in Valtellina

- Niccolò Magnani

Meteo, allerta neve. Non nevica più a Milano e in pianura, ma continuano le precipitazioni copiose in montagna e nelle valli

Neve, allerta maltempo
Lapresse

La neve che è caduta dalla notte fino a tutta la mattinata su Milano, è cessata. Le precipitazioni sono infatti terminate grazie ad un miglioramento delle condizioni meteo, che hanno permesso anche di fare uscire, a tratti, un timido sole. In generale è caduta neve su tutta la Lombardia, non soltanto nel capoluogo, comprese ovviamente la Valtellina e la Valchiavenna, dove invece sta continuando a nevicare da ieri, e dove Sondrio è stata interessata da una fitta nevicata. Tanta neve, come ricorda Il Giorno, è scesa anche a Livigno, Aprica, Madesimo, Bormio e Chiesa, dove gli impianti di risalita per le piste da sci hanno ripreso a funzionare in pieno regime. Rallentamenti sulla strada statale 36 sopra Lecco, e disagi anche nel bresciano e nella bergamasca, in particolare ad Orio al Serio, dove la neve ha provocato dei ritardi nelle partenze degli aerei. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

METEO, ALLERTA NEVE: MILANO IMBIANCATA

Tutto come da previsioni meteo: la neve è giunta per la prima volta in stagione anche in Pianura. Fra le città che stamane si sono risvegliate imbiancate vi è anche Milano. Le precipitazioni nevose sono cominciate dalla notte, ma fortunatamente non hanno per ora creato dei disagi, anche perchè le temperature non si sono mantenute su livelli rigidi e ciò non ha permesso alla bianca coltre di attecchire al suolo. Di conseguenza, come hanno fatto sapere i vigili del fuoco e la polizia municipale, non si registrano però degli inconvenienti, ne tanto meno eccessivi disagi per la circolazione automobilistica. Sull’Italia è giunta quella che gli esperti meteo hanno ribattezzato “Tempesta di Santa Lucia”, che in queste ore attraverserà la nostra penisola da nord a sud, portando appunto la neve. L’evento era iniziato già nella giornata di ieri nel nord-est, precisamente nelle province di Brescia e Mantova, e si estenderà anche a Torino e a Bologna. Tornando al capoluogo lombardo, il Comune ha attivato il Coc, il centro operativo comunale, mentre Amsa e Atm sono state preallertate. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Da Venezia a Verona, da Padova fino ai maggiori centri della Lombardia: l’allerta neve per le prossime ore non è di quelle “impossibili” come tristemente vissuto nelle scorse settimane sul fronte pioggia-fango, ma resta comunque discreta l’attenzione da porre al meteo nelle prossime ore per le prime imbiancate della stagione anche in Pianura. Tra Veneto e Lombardia l’allerta neve scatta da questo pomeriggio fino alla serata di domani, venerdì 13 dicembre: nelle scorse è stata emanata dal Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia, intanto, un’allerta meteo per rischio neve che riguarda il bacino di Milano, Brescia e Bergamo. Il Comune di Milano in particolare ha attivato il Centro operativo comunale (Coc) alla centrale operativa della Protezione civile a partire dalla mezzanotte di oggi, «per il monitoraggio della situazione meteo e delle precipitazioni in città», e invita i cittadini ad utilizzare i mezzi pubblici per gli spostamenti di domani. Non una nevicata fitta ma comunque qualche fiocco dovrebbe vedersi nelle prossime 12 ore tra Milano, Torino e Bologna. Come riporta il servizio di Meteo per La Repubblica, «Dopo le precipitazioni al Nordovest, domani il fronte raggiungerà il resto del Nord con neve in collina, a tratti mista a pioggia non esclusa anche in pianura. Fiocchi a tratti in pianura saranno possibili sull’Emilia, ma anche tra Lombardia e Veneto, Piemonte e sulla Romagna, fino alle coste».

ALLERTA METEO NEVE: ECCO DOVE IMBIANCHERÀ DOMANI

Questa mattina diverse città del Veneto si erano già svegliate sotto la neve, specie Padova, Verona, Vicenza e Rovigo, mentre nelle prossime ore tra gelo e neve lieve sarà la provincia di Venezia a segnalare le maggiori criticità. Il bollettino Arpav di questo pomeriggio recita «giovedì e venerdì il transito da ovest di due saccature con aria fredda porterà sulla nostra regione alcune fasi molto nuvolose, probabilmente con un po’ di precipitazioni che risulteranno nevose fino a quote generalmente basse». Il Comune di Venezia ricorda ai cittadini che nel piano d’informazione «Ocio che nevega» vengono indicati diversi consigli utili sui comportamenti da tenere per evitare rischi e disagi per la neve ed il gelo. Secondo il bollettino della Protezione Civile, incrociato con le allerta delle singole operatività regionali, le città dove domani potrebbe scattare la prima vera imbiancata della stagione invernale saranno: Milano, Torino, Varese, Bergamo, Brescia, Bologna, Piacenza, Parma, Modena, Verona, Vicenza. La neve sarà abbondante invece ad alta quota, con un metro addirittura ai 1400 metri in Valle d’Aosta e sugli Appennini dell’Emilia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA