ELEZIONI COMUNALI 2019, RISULTATI FOGGIA AVELLINO ROVIGO/ Eletti Consiglio e sindaci

- Silvana Palazzo

Risultati ballottaggio Elezioni Comunali 2019, Foggia, Avellino e Rovigo. Dati Amministrative, Sindaci eletti in Campania, Puglia e Veneto: i consigli comunali

risultati elezioni comunali 2019 ballottaggio
Foggia, eletto sindaco Franco Landella

«Ha vinto l’amore per la città»: il neo-eletto sindaco di Foggia Landella ha commentato così i risultati del ballottaggio che hanno visto la conferma del Centrodestra in quel di Puglia. Dopo il Consiglio Comunale di Rovigo e Avellino, ecco la possibile composizione con anche i nomi dei consiglieri eletti (quasi certi, manca solo la bollinatura del Comune in arrivo nei prossimi giorni) per il comune pugliese dopo i dati ufficiali delle Elezioni Comunali 2019: dei 20 seggi in maggioranza, 6 vanno a Forza Italia (Leonardo Iaccarino, Bruno Longo, Dario Iacovangelo, Consalvo Di Pasqua, Pasquale Rignanese e Raffaele Di Mauro), 5 per la Lega con Massimiliano Di Fonso, Alfonso Fiore, Salvatore De Martino, Liliana Iadarola e Concetta Soragnese. 3 consiglieri per Destinazione Comune con Francesco Morese, Lucio Ventura e Anna Paola Giuliani e altrettanti per i Fratelli d’Italia con Luigi Fusco, Erminia Roberto e Ciccio D’Emilio: 2 alla civica ‘Foggia Vince’ con Danilo Maffei e Paolo Citro. Un seggio infine all’Udc con Antonio Capotosto. Per quanto riguarda l’opposizione in Consiglio a Foggia, 3 saranno i consiglieri del Movimento 5 Stelle (Giovanni Quarato, Giuseppe Fatigato e Michele Norillo), 9 della coalizione di centrosinistra con Pippo Cavaliere, 3 al Partito Democratico (Lia Azzarone, Michele De Vito e Alfonso De Pellegrino), 2 a La Città dei Diritti con Giulio Scapato e Anna Rita Palmieri, uno ciascuno a Senso Civico, Foggia Civica e Foggia Popolare e quindi Leonardo Di Gioia, Rosario Cusmai e Sergio Clemente (dati FoggiaToday). (agg. di Niccolò Magnani)

Elezioni Comunali 2019 Risultati e sindaci: Cremona, Paderno, Rozzano – Livorno, Prato, Piombino– Potenza, Campobasso, Ascoli Piceno – Biella, Vercelli, Verbania – Ferrara, Forlì, Reggio Emilia

IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE DI AVELLINO

Risultati al fotofinish per Rovigo e Avellino, due dei comuni più importanti al voto nel ballottaggio Comunali 2019 e con l’esito più indecifrabile alla vigilia delle Elezioni: la spuntano come sindaci rispettivamente Gaffeo (Centrodestra) e Gianluca Festa, civico di centrosinistra contro i rivali del Pd. A Foggia invece più facile la vittoria del candidato di Centrodestra e sindaco uscente Franco Landella: sul fronte degli eletti nei nuovi Consigli Comunali, ad Avellino è già resa nota (manca solo l’ufficialità) la composizione di maggioranza e opposizione nella nuova giunta. A sostegno di Festa sindaco vanno gli 8 seggi di Davvero (Giuseppe Negrone, Marianna Mazza, Antonio Genovese, Ugo Maggio, Antonello De Renzi, Gennaro Cesa, Giovanna Vecchione), 6 per Ora Avellino (Laura Nargi, Gianluca Gaeta, Antonio Cosmo, Giuseppe Giacobbe, Teresa Cucciniello, Francesca De Vito), 3 per W la Libertà (Diego Guerriero, Alessandra Antonia Iannuzzi, Giovanni Cucciniello), 3 per Vera (Stefano Luongo, Gerardo Melillo, Guido D’Avanzo). All’opposizione vanno invece 2 seggi al Pd (Ettore Iacovacci, Franco Russo), 2 per Laboratorio Avellino (Nicola Giordano, Carmine Montanile), 2 per Mai Più (Luca Cipriano, Leonardo Festa), 1 per Avellino Più (Francesco Iandolo), 2 per M5s (Ferdinando Picariello, Massimo Mingarelli), 1 a testa per La Svolta (Dino Preziosi), Si può (Amalio Santoro), Lega (Biancamaria D’Agostino). A Foggia, il nuovo Consiglio Comunale vedrà 20 seggi alla maggioranza di Landella Sindaco (6 a Forza Italia, 5 alla Lega, 3 a Destinazione Comune, 3 a Fratelli d’Italia, 2 a Foggia Vince, 1 all’Udc), 2 al M5s e 8 al Centrosinistra (3 Pd, 2 Città dei Diritti, 1 Senso Civico Foggia, 1 Foggia Civica, 1 Foggia Popolare). Chiudiamo con Rovigo, dove con Gaffeo sindaco vanno 20 seggi eletti (11 al Pd, 5 per Cresca Felice, 4 Forum Cittadini), 6 consiglieri al Centrodestra (4 Lega, 1 Gambardella sindaco, 1 Fratelli d’Italia), 3 seggi a Silvia Menon (tutte alla sua lista civica), ed eletto anche il consigliere M5s Mattia Maniezzo. (agg. di Niccolò Magnani)

RISULTATI BALLOTTAGGIO: AVELLINO E ROVIGO, VITTORIA AL FOTOFINISH

Ballottaggio Elezioni Comunali 2019, risultati degni di nota per Centrodestra e Centrosinistra in Puglia e Veneto. Quella di Foggia era una delle sfide più attese, con Franco Landella del Centrodestra che è stato riconfermato sindaco con il 53,28%: superato il dem Giuseppe Cavaliere, che ha raccolto il 46,72%. Dati definitivi per il derby di sinistra di Avellino, con il civico Gianluca Festa che ha ottenuto il 51,52%, Luca Cipriano del Pd fermo al 48,48%. Ecco le parole del neo sindaco ai microfoni del Tg3: «Questa città ha bisogno di tornare alla normalità. Ci godiamo questa sera questa vittoria, abbiamo liberato Avellino da 40 anni di potere clientelare: ha vinto il popolo, posso affermare con orgoglio di essere nato, cresciuto ed essermi affermato in questa città. Non deluderò nessuno, saranno cinque anni di grandissima amministrazione». Tiene botta il Centrosinistra a Rovigo, con Edoardo Gaffeo che subentra a Bergamin: «Un risultato straordinario, grazie a tutti quelli che mi hanno votato e anche agli altri. Da domani ci metteremo subito al lavoro», le sue parole riportate da Polesine 24. Il candidato dem ha ottenuto il 50,94%, Monica Gambardella del Centrodestra al 49,06%. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

ELEZIONI COMUNALI 2019, RISULTATI BALLOTTAGGIO: FESTA VINCE AD AVELLINO

Risultati Elezioni Comunali 2019, primi verdetti nei comuni campani, pugliesi e veneti. Partiamo da Foggia, con i dati che arrivano dalle sezioni scrutinate che confermano il trend del primo turno: Franco Landella del Centrodestra è al 54,26%, il candidato del Centrosinistra Giuseppe Cavaliere è al 45,74%. Secondo Youtrend, l’esponente di Forza Italia sarà il nuovo sindaco del Comune pugliese. Il Centrosinistra si riscatta a Rovigo: Edoardo Gaffeo ha vinto il ballottaggio contro Monica Gambardella del Centrodestra ed è il nuovo primo cittadino del Comune veneto. Dopo 40 sezioni scrutinate sulle 56 totali, Gaffeo è al 51%, la Gambardella è al 49%. Nuovo sindaco anche ad Avellino, dove ha la meglio un candidato di liste civiche: parliamo di Gianluca Festa. Sostenuto da Davvero Avellino, Ora Avellino, Avellino vera e W la libertà, Festa è al 51,47% dopo 71 sezioni su 72, battuto Luca Cipriano del Centrosinistra (48,53%). (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

RISULTATI ELEZIONI COMUNALI 2019: AFFLUENZA ORE 19

17 Comuni in Campania alle ore 19 hanno segnato per il ballottaggio delle Elezioni Comunali 2019 una affluenza del 31,2%, una delle più basse di tutta Italia rispetto anche al primo turno del 26 maggio scorso: gli 11 Comuni in Puglia hanno invece segnato il dato di affluenza al 30,31%, ancora peggio dei “colleghi” campani. Da ultimo, il Veneto con i suoi 11 Comuni vede fermarsi il dato al 39,54%, comunque in calo rispetto al 54,82%, risultati del primo turno; entrando nelle pieghe delle città più importanti al secondo turno, quando mancano ancora poche ore alla chiusura dei seggi, la città di Rovigo registra all’affluenza del 35,38% degli aventi diritto al voto. Nel Comune di Foggia al ballottaggio tra Landella e Cavaliere hanno partecipato al voto finora un bassissimo 29,87% degli aventi diritto al voto, superato dalla vicina San Giovanni Rotondo al 30,63%. Per quanto riguarda la sfida invece ad Avellino tutta interna al Centrosinistra, nel comune irpino si sfalda l’affluenza alle urne alle ore 19 con il 31,63% che stride con il 54,11% di sole due settimane fa: crollo choc addirittura dal 41,41% al 18,29% del ballottaggio nel comune in provincia di Napoli famoso per il “papi-gate” di Berlusconi, Casoria. (agg. di Niccolò Magnani)

RISULTATI ELEZIONI COMUNALI 2019: BALLOTTAGGIO A ROVIGO, FOGGIA E AVELLINO

Da Avellino a Foggia, passando per Rovigo: questi sono solo tre dei 136 comuni italiani che tornano al voto oggi per le elezioni comunali 2019. È arrivato il giorno del ballottaggio. Per quanto riguarda l’Irpinia, al voto anche Ariano Irpino e Castel Baronia, oltre ad Avellino. Ad Ariano il sindaco uscente Domenico Gambacorta sfida il giovane Enrico Franza, che può contare su altre forze al suo fianco, dopo aver conquistato il ballottaggio con il centrosinistra. Castel Baronia è un po’ il fuori programma, perché c’è stato un primo turno rocambolesco, finito infatti in perfetta parità tra i due, Felice Martone e Fabio Montalbetti. Se andasse così anche oggi, passerebbe il più anziano, il sindaco uscente. In Puglia sono 11 i comuni chiamati al voto per il ballottaggio, tra cui Foggia. Nel Barese, in rigoroso ordine alfabetico, è Corato il primo Comune al ballottaggio, poi Putignano e Rutigliano. Nel Brindisino il testa a testa toccherà solo a due città, Mesagne e Ostuni. Quattro le città al ballottaggio nel Foggiano: San Severo, Orta Nova, San Giovanni Rotondo e Torremaggiore. Infine il Salento: al voto il solo comune di Copertino.

RISULTATI ELEZIONI COMUNALI 2019: BALLOTTAGGIO AD AVELLINO

Sfida all’ultimo voto alle elezioni comunali 2019 anche per Avellino, dove si contendono il ruolo di sindaco al ballottaggio due candidati di centrosinistra. Da un lato c’è Luca Cipriano, supportato dal Pd, dall’altro Gianluca Festa. Entrambi dovranno contare sulle loro forze, anche perché non ci sono stati apparentamenti. C’è solo l’endorsement pubblico di Massimo Passaro e dei “cittadini in movimento”, invece gli altri schieramenti hanno preferito non dare alcuna indicazione di voto ai propri elettori. Non si è verificato dunque lo scenario dell’anno scorso, quando Vincenzo Ciampi del M5s ottenne il sostegno pubblico da parte della Lega, di Dino Preziosi e soprattutto di Luca Cipriano. Tutti furono compatti pur di non far vincere Nello Pizza, che guidava la coalizione sostenuta dal Pd e dai demitiani, molti dei quali ora sostengono proprio Cipriano con i dem. In merito al primo turno, quest’ultimo ha conquistato il 32,43 per cento delle preferenze: circa quattro punti percentuali in più di Gianluca Festa (28,67 per cento) che quindi spera nel ribaltone.

BALLOTTAGGIO AMMINISTRATIVE A FOGGIA, I RISULTATI

La sfida al ballottaggio a Foggia è tra il candidato del centrodestra, il sindaco uscente Franco Landella, e Pippo Cavaliere, già vicesindaco con le precedenti amministrazioni guidate dai sindaci Chirolli e Mongelli. Per la prima volta dopo vent’anni a Foggia un sindaco uscente punta alla riconferma, tra l’altro nell’ultima roccaforte del centrodestra in Puglia. Nel primo turno ha chiuso con il 46,11 per cento, mentre Pippo Cavaliere, ingegnere e presidente della Fondazione antiusura, ha totalizzato il 33,71 per cento delle preferenze. Attorno a lui però si è stretto compatto il centrosinistra. Per la prima volta si sono riuniti i sindaci del centrosinistra pugliese per sostenerlo. Solo Rinaldo Melucci, primo cittadino di Taranto, non è riuscito ad essere presente per l’ultimo comizio. «La Puglia è piena di speranze, tutta la Puglia è con Foggia», ha dichiarato il governatore Michele Emiliano. Sul palco anche il sindaco di Bari Antonio Decaro, vincente al primo turno. «Andate a votare, non fate decidere agli altri. Tutti lo dobbiamo per la comunità».

ELEZIONI COMUNALI 2019, SFIDA TRA CSX E CDX ANCHE A ROVIGO

E passiamo a Rovigo, dove al secondo turno delle elezioni comunali 2019 si sfidano Monica Gambardella, sostenuta da sei liste di centrodestra, ed Edoardo Gaffeo, che invece è appoggiato da tre liste di centrosinistra. La prima ha ottenuto al primo turno il 38,17 per cento delle preferenze, l’altro invece il 25,42. I due “ballano” da soli, perché non c’è stato alcun apparentamento al secondo turno di ballottaggio. «Non ne sono stati fatti per non condizionare gli elettori, per non strumentalizzarli», ha commentato Gambardella a tal proposito. Più conciso il rivale: «Nessun apparentamento è stato fatto, ora avanti tutta per dare un vero autentico cambiamento a Rovigo dopo anni di malgoverno del centrodestra». Eppure c’era stata un’apertura da parte del capolista del Pd Graziano Azzalin nei confronti di Silvia Menon, che però ha deciso di dire addio alla politica lasciando libertà di scelta ai propri elettori e alle sue tre liste civiche. Era rimasto alla finestra Casapound, che non ha fornito alcuna indicazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA