AVVERSARIA NAPOLI È IL BARCELLONA/ Ottavi Champions League, Messi al San Paolo!

- Mauro Mantegazza

Avversaria Napoli è il Barcellona, sorteggio Champions League ottavi di finale: gli azzurri non sono stati di certo fortunati nel sorteggio Uefa a Nyon.

rrahmani
Napoli (Foto LaPresse)

L’avversaria del Napoli sarà il Barcellona agli ottavi di Champions League: vedremo Leo Messi in azione al San Paolo che fu di Diego Armando Maradona e ciò è molto suggestivo, ma di certo non possiamo dire che Gennaro Gattuso sia stato fortunato. Non c’è bisogno di grandi commenti per spiegare che il Barcellona era l’avversaria da evitare a ogni costo, forse la peggiore in assoluto. Servirà il Napoli nella sua versione migliore, quella che contro il Liverpool ha ottenuto una vittoria e un pareggio: in questo Carlo Ancelotti era una garanzia, mentre il debutto internazionale di Gattuso sulla panchina del Napoli avrà in questo modo un coefficiente di difficoltà davvero altissimo. Sfida affascinante, ma della quale sarebbe forse stato meglio fare a meno, almeno agli ottavi. Partita d’andata a Napoli nel mese di febbraio, ritorno a Barcellona nel mese di marzo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Eccoci al momento del sorteggio che fra poco ci dirà quale sarà l’avversaria del Napoli negli ottavi di Champions League. L’incrocio più suggestivo sarebbe logicamente quello con il Barcellona, perché vorrebbe dire ospitare Leo Messi al San Paolo, storica casa di Diego Armando Maradona. I due numeri 10 dell’Argentina hanno fatto la storia del calcio, la domanda su chi fra i due sia il migliore è un tormentone destinato probabilmente a non avere mai una risposta definitiva, ma in fondo è bello così: di certo chi ama il calcio è felice che siano esistiti sia Maradona sia Messi, poi ognuno avrà la sua personale idea su chi sia il migliore. Di certo però Napoli non può essere una città come un’altra per qualsiasi argentino che di professione faccia il calciatore, a maggior ragione se sei un numero 10 di “discrete” (si fa per dire, naturalmente) qualità tecniche. Per scoprire se ci sarà proprio Messi sulla strada del Napoli di Gennaro Gattuso, adesso le parole non servono più: il momento è giunto, che cosa dirà l’urna della Uefa circa la prossima avversaria del Napoli? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

COSì IL NAPOLI NEL 2017

Mentre attendiamo di scoprire il nome dell’avversaria del Napoli agli ottavi di finale di Champions League, facciamo un passo indietro all’ultima edizione nella quale il Napoli era riuscito a superare la fase a gironi. Era la stagione 2016-2017, nella quale i partenopei ebbero un pizzico di fortuna nel sorteggio dei gironi, finendo in un gruppo con Benfica, Besiktas e Dinamo Kiev, che gli azzurri chiusero al primo posto con 11 punti, frutto di tre vittorie, due pareggi e una sola sconfitta. La fortuna però si ritorse contro il Napoli al momento proprio del sorteggio degli ottavi, quando i partenopei primi pescarono fra le seconde il Real Madrid di Zinedine Zidane e Cristiano Ronaldo, detentore del titolo che avrebbe poi rivinto anche in quella stagione, in finale contro la Juventus. Il Napoli non riuscì a contrastare gli spagnoli, che vinsero con il punteggio di 3-1 sia all’andata al Santiago Bernabeu sia al ritorno al San Paolo. Curiosamente, anche quest’anno il Real è tra le seconde, ma naturalmente non potrà essere abbinato al Napoli che a sua volta ha chiuso alla piazza d’onore nel proprio gruppo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

AVVERSARIA NAPOLI: CHI CONTRO I PARTENOPEI?

Quale sarà l’avversaria del Napoli negli ottavi di Champions League? A questa domanda naturalmente risponderà oggi a mezzogiorno il sorteggio di Nyon. Per prima cosa dobbiamo osservare che il Napoli si è qualificato con il secondo posto nel girone e addirittura qualche rimpianto, perché il primato sarebbe stato ampiamente alla portata per una squadra capace di vincere in casa e pareggiare in trasferta contro i campioni d’Europa del Liverpool. Pesa soprattutto il pareggio sul campo del Genk, che è costato ai partenopei due punti con i quali avrebbero vinto il girone di Champions League. Non tutto il male tuttavia viene per nuocere, perché non è affatto certo che l’avversaria del Napoli in caso di primo posto sarebbe stata più “facile” – ci sono infatti molti grandissimi nomi anche fra le seconde e un paio di opzioni abbordabili invece fra le vincitrici dei gironi. Intanto, il Napoli è ancora in corsa in Champions League e con tutto quello che è successo nelle ultime settimane il dato è già significativo di per sé. Di conseguenza adesso siamo curiosi di scoprire quale sarà la sua avversaria negli ottavi. Secondo le regole, il Napoli potrà incrociare solo una delle prime. Non solo: la formula degli ottavi di Champions League prevede pure che non si possa affrontare una connazionale negli ottavi, né la squadra contro cui si è già giocato nel girone: escludendo dunque Juventus e Liverpool, l’avversaria del Napoli sarà una tra Paris Saint Germain, Bayern Monaco, Manchester City, Barcellona, Lipsia e Valencia. Vedremo quello che uscirà dall’urna e contro chi la squadra ora di Gennaro Gattuso si dovrà confrontare negli ottavi di Champions League, per cercare di portare il Napoli fra le migliori otto d’Europa.

AVVERSARIA NAPOLI, OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE

Volendo stilare una classifica di valore per la possibile avversaria del Napoli negli ottavi di Champions League, è evidente che ci sono quattro opzioni durissime e altre due invece decisamente più abbordabili. Paris Saint Germain, Bayern Monaco, Manchester City e Barcellona costituiscono naturalmente il primo gruppo, mentre Lipsia e Valencia sono le due opzioni per le quali si potrebbe mettere la firma. Dobbiamo dire che il Napoli avrebbe le capacità per mettere in difficoltà anche i quattro colossi, come il Liverpool (che rientra nella stessa categoria) ha imparato molto bene, tuttavia è evidente che, potendo scegliere, Lipsia e Valencia sarebbero i due nomi più consigliati per proseguire la Champions League 2019-2020. Per il momento però il Napoli deve pensare soprattutto a sé stesso: chiunque sia il nome dell’avversaria, ritrovare la serenità e l’armonia del gruppo e fra tutte le parti della società è la priorità da qui a febbraio, quando tornerà la Champions League. Poi toccherà a Gennaro Gattuso cercare di essere all’altezza di Carlo Ancelotti, anche se naturalmente in Champions la sfida si annuncia più difficile che in campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA