Diretta/ Real Madrid Ajax (finale 1-4) streaming video e tv: impresa olandese

- Mauro Mantegazza

Diretta Real Madrid Ajax streaming video e tv: orario e risultato live, quote e probabili formazioni per la partita di ritorno degli ottavi di Champions League al Bernabeu

Benzema Hubnik Real Plzen lapresse 2018
Diretta Real Madrid Ajax (LaPresse)

DIRETTA REAL MADRID AJAX (FINALE 1-4): IMPRESA OLANDESE

Straordinaria impresa dell’Ajax che chiude sull’1-4 il match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League, ribaltando l’1-2 subito all’andata in casa contro il Real Madrid. I Blancos escono dalla competizione che hanno vinto quattro volte negli ultimi cinque anni, delle quali tre consecutive nelle ultime tre edizioni, e in cui erano sempre arrivati almeno in semifinale negli ultimi otto anni. Straripante la superiorità dell’Ajax nelle ripartenze, con i Lancieri che tornano tra le prime otto d’Europa, gruppo in cui mancavano dal 2003, 16 anni fa. Nel finale espulso Nacho per una serata davvero nera per il pubblico del Santiago Bernabeu. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Real Madrid Ajax sarà garantita naturalmente da Sky, che detiene i diritti per trasmettere tutta la Champions League: l’appuntamento per gli abbonati alla televisione satellitare sarà su Sky Sport Uno (canale numero 201) oppure su Sky Sport 252, oppure utilizzando la diretta streaming video che sarà garantita dal servizio Sky Go.

TADIC, ASENSIO, SCHONE!

A metà secondo tempo i ritmi restano altissimi tra Real Madrid e Ajax. Blancos che tentano la disperata rimonta, Ajax micidiale in contropiede, ma al 17′ l’Ajax mette un’ipoteca sulla qualificazione andando a segno per lo 0-3 con una pennellata del migliore in campo, Tadic, che piazza il pallone sotto la traversa. Lungo stop per una verifica al VAR su un pallone salvato d’un soffio dal fallo laterale da Mazraoui, ma il gol viene poi convalidato. Sullo 0-3 al Real servono tre reti per la qualificazione, ma la reazione produce il gol di Asensio. Il Bernabeu diventa una bolgia, ma al 27′ Lasse Schone calcia una punizione da posizione defilata e beffa Courtois con una traiettoria imparabile: sull’1-4 sembra davvero finita per i vincitori delle ultime tre edizioni della Champions League. (agg. di Fabio Belli)

PALO DI BALE!

Terminato il primo tempo al Santiago Bernabeu sullo 0-2 in favore dell’Ajax sul Real Madrid, un risultato che al momento qualificherebbe gli olandesi ai quarti di finale di Champions League, grazie alle reti messe a segno da Ziyech e Neres nel giro di 18′. Il Real Madrid ha provato ad orchestrare una reazione che si è esposta però ai pericolosissimi contropiede dell’Ajax, che al 33′ ha sfiorato il tris con Ziyech che ha impegnato severamente Courtois. Dopo la traversa colpita da Varane a inizio partita, al 42′ il Real Madrid ha colpito però un altro legno con Gareth Bale, in una serata finora davvero poco fortunata a livello offensivo per i Blancos. Doppia tegola per Solari: al 29′ Lucas, infortunato, viene sostituito da Bale, quindi al 35′ distorsione alla caviglia per il talento brasiliano classe 2000 Vinicius, al suo posto viene inserito in campo Asensio. (agg. di Fabio Belli)

A SEGNO ZIYECH E NERES!

Inizio pirotecnico allo stadio Santiago Bernabeu nel primo quarto d’ora di gara. Dopo 4′ il Real Madrid va vicinissimo al gol con un colpo di testa di Varane che va a stamparsi sulla traversa. Dopo 7′ però è l’Ajax a trovare il gol del vantaggio con Ziyech abile a sfruttare un assist di Tadic e a scatenare l’entusiasmo dei numerosi tifosi giunti da Amsterdam. Il copione iniziale del match è ben chiaro, il Real prova a dettare i tempi ma l’Ajax in contropiede è letteralmente micidiale e al 19′ i Lancieri trovano il raddoppio: ancora un numero clamoroso di Dusan Tadic che brucia tutti partendo da metà campo e offrendo un assist stavolta a Neres, che sigla il clamoroso 0-2 in meno di 20′.  (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Pochi minuti a Real Madrid Ajax, gli occhi degli appassionati di calcio di tutto il mondo sono dunque puntati sul Santiago Bernabeu. Prima di leggere le formazioni ufficiali per l’attesissima partita di ritorno degli ottavi di finale di Champions League, ci resta il tempo di leggere alcune statistiche, relative naturalmente al cammino fin qui delle due squadre. Il Real Madrid aveva vinto il proprio girone pur con qualche alto e basso, testimoniato da quattro vittorie ma anche due sconfitte. I successi sono diventati cinque con la partita d’andata ad Amsterdam, sono 14 i gol segnati e 6 quelli subiti, per una differenza reti pari a +8 per i campioni d’Europa in carica. L’Ajax invece aveva fatto benissimo nella fase a gironi con tre vittorie e altrettanti pareggi, 11 gol segnati a fronte dei 5 subiti, tuttavia la prima sconfitta (quella di tre settimane fa) rischia di pesare tantissimo per gli olandesi. I numeri più importanti sono infatti quelli del successo spagnolo per 1-2 all’andata: i lancieri potranno fare l’impresa? Leggiamo le formazioni ufficiali di Real Madrid Ajax, poi la parola passa finalmente al campo! REAL MADRID (4-3-3): 25 Courtois; 2 Carvajal, 6 Nacho, 5 Varane, 23 Reguilon; 8 Kroos, 14 Casemiro, 10 Modric; 17 Lucas Vazquez, 9 Benzema, 28 Vinicius. Allenatore: Santiago Solari AJAX (4-3-3): 24 Onana; 12 Mazraoui, 4 De Ligt, 17 D. Blind, 31 Tagliafico; 6 Van de Beek, 21 F. De Jong, 20 Schone; 22 Ziyech, 10 Tadic, 7 David Neres. Allenatore: Erik Ten Hag (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

La diretta di Real Madrid Ajax è una partita nella quale naturalmente si respira l’aria di grande storia del calcio, dal momento che sia gli spagnoli sia gli olandesi hanno ottenuto molti importanti trionfi e scritto pagine epiche di questo sport. Il bilancio dei precedenti è interessante, perché si contano ben tredici incontri ufficiali, con il Real Madrid in netto vantaggio grazie a otto vittorie, a fronte di un solo pareggio e quattro successi per l’Ajax. Spagnoli in nettissimo vantaggio nel bilancio dei gol segnati, 26 contro 11 per l’Ajax. Nel recente passato il Real Madrid è diventato un vero e proprio incubo per l’Ajax: dal 2010 ad oggi è aperta una striscia di sette vittorie consecutive per gli attuali campioni d’Europa, spesso con punteggi molto pesanti – basterebbe dire che l’1-2 dell’andata è l’unica vittoria del Real con una sola rete di scarto in questa striscia. Le ultime vittorie dell’Ajax risalgono alla Champions League 1995-1996, quando le due squadre si affrontarono nella fase a gironi e gli olandesi vinsero sia all’andata sia al ritorno, 1-0 ad Amsterdam e 0-2 a Madrid il 22 novembre 1995, giorno di quella che è ancora l’ultima vittoria contro il Real per l’Ajax. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ARBITRA FELIX BRYCH

Real Madrid Ajax sarà diretta, come vi abbiamo già accennato, dall’arbitro tedesco Felix Brych. Insieme a lui ci saranno gli assistenti di linea Mark Borsch e Stefan Lupp, come quarto uomo agirà Daniel Siebert e pure alla VAR – introdotta in Champions League a partire da questi ottavi di finale – ci saranno due addetti tedeschi, cioè i signori Bastian Dankert e Marco Fritz. Felix Byrch è un arbitro di 43 anni nativo di Monaco di Baviera, diventato internazionale nel 2007, che in questa stagione ha diretto un totale di 22 incontri. Focalizzando l’attenzione sulla corrente edizione della Champions League, Brych ha già diretto per i preliminari Paok Salonicco-Benfica 1-4, partita bollente con sette ammoniti, un espulso e due calci di rigore, e nei gironi due partite, curiosamente entrambe del girone H. Innanzitutto la gara tra Valencia e Juventus, terminata sullo 0-2 con la bellezza di tre calci di rigore, la discussa espulsione di Cristiano Ronaldo e altri sei ammoniti, poi un Manchester United Young Boys molto più tranquillo, senza espulsi né rigori e quattro giocatori ammoniti. In sole tre partite abbiamo avuto comunque la bellezza di cinque calci di rigore più due espulsi: numeri significativi, di cui bisognerà tenere conto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Real Madrid Ajax, diretta dall’arbitro tedesco Felix Brych, si gioca questa sera alle ore 21.00 presso lo stadio Santiago Bernabeu. Nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League si ripartirà dalla vittoria per 1-2 ottenuta all’andata in trasferta dal Real sul campo dell’Ajax, di conseguenza agli spagnoli sarà sufficiente un pareggio o anche una sconfitta per 0-1 per passare il turno, mentre in caso di nuovo 1-2 naturalmente si andrebbe ai tempi supplementari. Real Madrid Ajax però non sarà una partita del tutto scontata: all’andata gli olandesi avevano giocato molto bene e avevano fatto soffrire a lungo i blasonati ospiti, dunque potremmo aspettarci un match comunque interessante e godibile, anche perché il momento non è di certo dei migliori per il Real Madrid, reduce da una doppia sconfitta contro il Barcellona nel giro di tre giorni tra Coppa del Re e Liga. L’ambiente non è dei migliori, se dovesse passare in vantaggio l’Ajax la partita potrebbe prendere una piega molto particolare…

PROBABILI FORMAZIONI REAL MADRID AJAX

Parlando pure delle probabili formazioni di Real Madrid Ajax, ecco che Solari dovrà rinunciare allo squalificato Sergio Ramos, dunque con Varane ci sarà Nacho Fernandes davanti a Courtois, in una difesa completata dai terzini Carvajal e Reguilon, che a sinistra ha scalzato Marcelo. A centrocampo nessuna novità, dunque vedremo in azione il terzetto formato da Modric, Casemiro e Kroos. In attacco invece Benzema è certo del posto come prima punta; a destra dovremmo vedere Lucas Vazquez, a sinistra possibile ballottaggio tra Asensio e Vinicius Junior, con il giovane brasiliano che però nelle gerarchie di Solari sembra ormai essere il titolare. Per l’Ajax di Ten Hag ci aspettiamo invece il 4-2-1-3, con un tridente che vedrà Ziyech sulla stessa linea della prima punta Tadic e di Neres, con Dolberg o Huntelaar però soluzioni alternative come centravanti (in quel caso Tadic scalerebbe sull’esterno). Van De Beek sarà il trequartista, a centrocampo ecco De Jong affiancato da Schone, infine difesa a quattro davanti al portiere Onana: coppia centrale De Ligt-Blind, sulle fasce Mazraoui a destra e Tagliafico a sinistra.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo infine uno sguardo al pronostico di Real Madrid Ajax, che a dire il vero appare a senso unico: il segno 1 secondo l’agenzia di scommesse Snai pagherebbe appena 1,65 volte la posta in palio, mentre poi si sale già a quota 4,00 in caso di pareggio (naturalmente indicato dal segno X) ed infine un colpaccio da parte dell’Ajax varrebbe 5,25 volte la posta in palio per chi avrà scommesso sul segno 2 per la vittoria olandese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA