Calciomercato Inter, tutte le ultime al 19 giugno 2013

- La Redazione

Le ultime notizie di calciomercato dell’Inter: preso Belfodil dal Parma, il nodo è Antonio Cassano per il quale c’è anche il Genoa. Intrigo Paulinho-Guarin, Anzhi su Samir Handanovic?

Belfodil
(INFOPHOTO)

Leultime news di calciomercato aggiornate al 19 giugno 2013 portano un pò di buonumore ai tifosi nerazzurri: lInter ha le mani su Ishak Belfodil. “E’ un grande nome per il nostro futuro”, ha già detto Massimo Moratti, “spero che diventi il nuovo Benzema”. L’attaccante francese del Parma, classe ’92 e cercato da mezza serie A, è di fatto un calciatore nerazzurro: c’è l’accordo tra le due società, ai ducali andranno 10 milioni per la comproprietà più i prestiti di Cassano e Silvestre (per FantAntonio di fatto si tratta di una cessione a titolo definitivo, vista la scadenza di contratto nel 2014). Un bel colpo per Walter Mazzarri, ma c’è ancora il punto di domanda: se per Silvestre la soluzione Parma è accettabile perchè qui l’argentino potrebbe rilanciarsi, non è così certo che Cassano accetterà la destinazione. Vero che con Donadoni si è trovato molto bene in Nazionale, ma in pressing c’è anche il Genoa, che mette sul piatto una piazza che conosce, la città natale della moglie Carolina Marcialis e soprattutto un ingaggio più alto di quanto non possa offrire Ghirardi. A questo punto il rebus di calciomercato, è tutto nelle mani di Cassano: il passato da sampdoriano potrebbe fargli pensare che il Genoa non sia una soluzione ottimale, ma chi è passato dal Milan all’Inter (e in maniera diretta) potrebbe non farsi troppi problemi. Si attendono aggiornamenti: se l’Inter non chiude in fretta le squadre estere, Shakhtar Donetsk e Wolfsburg in particolare, sono in pressing e possono girare al Parma più denaro cash. Se Cassano dovesse scegliere il Genoa, l’Inter si potrebbe consolare con Alberto Gilardino, a quel punto libero di cercarsi un’altra squadra (il Bologna non vuole riscattarlo, considerando troppi i 5 milioni di euro richiesti). A proposito: con il Genoa si tratta anche Luca Antonelli, per il quale il Genoa chiede 10 milioni. Cassano potrebbe far abbassare le pretese, ma i due affari non sono necessariamente collegati. E, sempre riguardo il Genoa, è sempre più probabile che in rossoblu finisca Ricky Alvarez.
Per quanto riguarda il centrocampo, c’è l’intrigo Guarin-Paulinho. La situazione sembra essere la seguente: si era detto di un’offerta di 20 milioni per il colombiano rifiutata da Moratti, ma l’offerta in realtà non sarebbe mai arrivata. Questo perchè il Tottenham sta puntando forte non su Guarin ma su Paulinho, con il Corinthians che ha confermato e ha fatto sapere di essere in attesa di una proposta ufficiale. Messa in questi termini, i nerazzurri rimarrebbero con un pugno di mosche in mano, a meno che Moratti non decida di giocare a braccio di ferro con gli Spurs, proponendo lui stesso Guarin per essere libero di puntare su Paulinho. L’alternativa? Non c’è: certo si può rimanere con il colombiano, al quale una mano può essere data anche da Duncan, che è uno di quei giovani che potrebbe rimanere in rosa. Su di lui c’è il Sassuolo che punta al prestito, il Livorno naturalmente lo vorrebbe un’altra stagione; Branca resisterà a queste proposte, ma potrebbe cedere di fronte al Sunderland che è competitivo sul ragazzo e sembra pronto a offrire una cifra difficilmente rinunciabile vista l’età del giocatore. Un labirinto per l’Inter, che si dovrà giocare bene le carte a disposizione anche per quanto riguarda altri giovani della rosa, come Bianchetti che dal ritiro dell’Under 21 ha parlato del suo futuro dicendo di volerci vedere chiaro. L’Inter continua intanto a lavorare sugli esterni: i nomi sono sempre quelli di Isla, Basta e Danilo. Trattative che non si presentano affatto facili: per Isla la Juventus vuole quantomeno rientrare della spesa sostenuta la scorsa estate e per il momento non fa passi indietro rispetto ai 7,5-8 milioni di euro richiesti. Il cileno ha ammesso: “C’è una trattativa”. La distanza però è ancora ampia: l’Inter mette sul piatto 5,5 milioni che per adesso non bastano. Dura anche per i due giocatori dell’Udinese: i Pozzo sono degli ossi duri, piuttosto che far scendere la quotazione dei loro pezzi pregiati sono disposti a tenerli un altro anno. Probabilmente uno arriverà: la chiave potrebbe essere Giulio Donati, che ha appena vinto l’argento agli Europei Under 21 e ha richieste importanti dalla Germania (Bayer Leverkusen e Schalke 04). Mazzarri valuta alternative a Danilo: piace sempre Dragovic del Basilea, ma anche con gli svizzeri non è per niente facile trattare. Situazione complessa anche per la porta. Su Samir Handanovic il Barcellona sembra aver fatto marcia indietro, ma quando l’Inter poteva tirare il fiato ecco spuntare il solito Anzhi, pronto – sembrerebbe – a mettere sul piatto una grande cifra per lo sloveno. A 30 milioni Moratti ci penserebbe: il sostituto di Handanovic è stato individuato in Michael Agazzi che, dovesse arrivare davvero la chiamata nerazzurra, direbbe no alla Fiorentina per andare ad Appiano Gentile. Oscuri i motivi per i quali non si voglia puntare subito su Francesco Bardi, che anzi sarebbe inserito nell’offerta da girare al Cagliari. Del quale piace anche Mauricio Pinilla, tornato in auge come vice Milito (a Mazzarri piace da tempo, infatti era in orbita Napoli lo scorso anno).







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori