Diretta/ Atalanta Valencia (risultato finale 4-1) streaming tv: il sogno continua

- Claudio Franceschini

Diretta Atalanta Valencia streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per l’andata degli ottavi di Champions League, si gioca a San Siro.

Freuler Gosens Hateboer Masiello Gomez Atalanta gol lapresse 2019
Pronostici Champions league (Foto LaPresse)

DIRETTA ATALANTA VALENCIA (RISULTATO FINALE 4-1): IL SOGNO CONTINUA

Però continuare a sognare l’Atalanta di Gasperini, che resiste agli ultimi assalti del Valencia e gestisce un 4-1 importantissimo in vista del ritorno al Mestalla. Dopo il 4-0 i bergamaschi hanno ceduto un po’ alla stanchezza ma sono riusciti a limitare i danni, incassando un solo gol comunque meritato dagli spagnoli alla luce delle occasioni da gol create. L’Atalanta però è stata straripante a tratti e nel finale con un contropiede orchestrato tra Zapata e Malinovskiy, che aveva preso il posto di Gomez, ha anche sfiorato la cinquina. Da registrare un’ammonizione per Hateboer per una trattenuta su Ferran Torres, il 4-1 per l’Atalanta segna comunque un’altra notte magica e i quarti di finale sono un obiettivo più che mai concreto per Ilicic e compagni. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE ATALANTA VALENCIA

La diretta tv di Atalanta Valencia verrà trasmessa esclusivamente per gli abbonati alla televisione satellitare, precisamente su Sky Sport Uno (numero 201 del decoder, in alta definizione) e i clienti potranno seguire l’andata degli ottavi di Champions League anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go utilizzando come sempre dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone.

POKER HATEBOER POI CHERYSHEV

Continua a regalare emozioni a raffica la sfida di San Siro. Dopo l’errore di Maxi Gomez altra ripartenza dell’Atalanta, Ilicic lancia nello spazio Hateboer che si invola sulla destra e in diagonale batte Domenéch, siglando la doppietta personale e il poker bergamasco. Pubblico in delirio ma sul 4-0 l’Atalanta stacca la spina: al 19′ Cheryshev prende il posto di Goncalo Guedes e al 21′ il russo sfrutta un brutto errore di Palomino e permette al Valencia di accorciare le distanze. Al 25′ proprio Cheryshev sfiora la doppietta con un gran sinistro che viene però respinto da Gollini, quindi su cross di Parejo è Gayà a sfiorare il gol. Atalanta sotto pressione, il Valencia inserisce Gameiro per Maxi Gomez, alla mezz’ora Gasperini richiama in panchina Caldara inserendo Duvan Zapata. (agg. di Fabio Belli)

EUROGOL DI FREULER!

L’Atalanta non cala i ritmi in apertura di ripresa nonostante il doppio vantaggio. Al 5′ Hateboer non arriva d’un soffio su un assist del Papu Gomez che poteva rivelarsi vincente, risponde il Valencia con un sinistro di Soler che si spegne di poco a lato. Il Valencia si spinge in avanti ma si espone alle micidiali ripartente bergamasche: Ilicic non riesce a sfruttare un pallone invitante lanciato in avanti da Toloi, ma al 12′ arriva il tris atalantino: Kondogbia perde un pallone sanguinoso al limite dell’area, Freuler si impossessa del pallone, si accentra e lascia partire una cannonata che scende sotto il sette, imparabile per Domenéch. Ma al quarto d’ora su un pallone perso da Gosens a causa di un pessimo rinvio di Gollini, Maxi Gomez si ritrova a battere a rete tutto solo davanti al portiere avversario, ma Gollini si ritrova il pallone tra le braccia e la porta dell’Atalanta si salva miracolosamente. (agg. di Fabio Belli)

RADDOPPIA ILICIC!

Il Valencia prova ad alzare il baricentro per non farsi sopraffare dai ritmi dell’Atalanta e al 35′ un bell’affondo di Guedes sulla destra fa nascere un tiro cross che taglia tutta l’area di rigore bergamasca, senza che però nessun giocatore degli spagnoli riesca a intervenire per il tap-in vincente. L’Atalanta si riaffaccia in avanti al 37′ con una gran botta dal limite dell’area di De Roon che sorvola di poco la traversa, quindi al 42′ arriva il raddoppio. Grande protagonista è Ilicic che addomestica un pallone al limite, avanza di un passo e lascia partire una sassata col destro che Doménech arriva solo a toccare. 2-0 e il primo tempo si chiude con Freuler che non controlla un pallone che poteva rivelarsi letale in area di rigore valenciana. (agg. di Fabio Belli)

PALO DI FERRAN TORRES!

Dopo il vantaggio l’Atalanta prova a mantenere i ritmi alti e al 18′ Hateboer manca di poco una nuova deviazione vincente su cross di Gosens. Al 21′ ancora affondo dei bergamaschi con Ilicic che scarica per Gosens, tiro potente ma che finisce sull’esterno della rete. Il Valencia prova ad uscire dal guscio e un paio di incursioni di Maxi Gomez mettono un po’ in affanno la difesa atalantina, che riesce comunque a chiudere. Alla mezz’ora punizione battuta velocemente dagli spagnoli, Ferran Torres trova un varco sulla destra e conclude di prima intenzione, trovando il palo a negargli il gol: primo spavento per i nerazzurri che restano in vantaggio di misura nonostante qualche prima incertezza difensiva. (agg. di Fabio Belli)

LA SBLOCCA HATEBOER!

L’Atalanta parte ad alti ritmi a San Siro nell’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Valencia. Al 4′ Parejo stende Gomez al limite dell’area, punizione dal limite toccata da Ilicic per il Papu che calcia però alto. All’8′ Ilicic libera a centro area Pasalic che a tu per tu con Doménech si fa però ipnotizzare dal portiere avversario, che riesce a deviare in angolo. Una grande occasione sprecata, magli orobici insistono e dopo un colpo di testa di Caldara fuori misura trovano il vantaggio allo scoccare del 16′: ancora grande spunto di Gomez che affonda sulla sinistra e mette nel mezzo un pallone sul quale si avventa Hateboer, che brucia sul tempo Gayà facendo esplodere la gioia dei 40.000 tifosi atalantini sugli spalti, siglando l’1-0. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Quando siamo finalmente arrivati alla diretta di Atalanta Valencia, conosciamo meglio i numeri dell’avversaria della Dea. I pipistrelli hanno raddrizzato una stagione che non era iniziata nel migliore dei modi, ma poi sono tornati a faticare: nel 2020 in campionato hanno ottenuto tre vittorie ma anche due sconfitte, perdendo di schianto a Mallorca e sul campo del Getafe. Se al Mestalla sono imbattuti (7 vittorie e 6 pareggi), in trasferta faticano parecchio e hanno centrato 11 punti in 11 partite, segnando solo 14 gol e subendone 23. Tuttavia, bisogna fare attenzione: gli spagnoli sono agli ottavi di Champions League grazie a due vittorie fuori casa, ottenute contro il Chelsea all’esordio e contro l’Ajax nella sfida diretta per la qualificazione. Sarà quindi un compito duro per l’Atalanta, anche se all’interno di una notta che comunque vada resterà storica: ecco le formazioni ufficiali che scenderanno in campo a San Siro, mettiamoci comodi dopo averle lette perchè Atalanta Valencia comincia! ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Ilicic, A. Gomez. Allenatore: Gian Piero Gasperini VALENCIA (4-4-2): J. Doménech; Wass, Mangala, Diakhaby, Gayà; F. Torres, Parejo, Kondogbia, Soler; Gonçalo Guedes, Maxi Gomez. Allenatore: Albert Celades (agg. di Claudio Franceschini)

LA COOPERATIVA DEL GOL

Aspettando la diretta di Atalanta Valencia, possiamo naturalmente ricordare che la varietà dell’attacco è uno dei punti di forza dei nerazzurri. In campionato l’Atalanta ha ben sei giocatori che hanno già segnato almeno cinque gol, tra loro ci permettiamo una citazione un po’ a sorpresa per Mario Pasalic per il semplice motivo che il croato – oltre ad avere deciso sabato sera la partita contro la Roma – è stato l’unico calciatore della Dea ad avere segnato due gol nella fase a gironi, cioè la rete del pareggio contro il City e il raddoppio nella leggendaria notte di Kharkiv. Da Josip Ilicic a Duvan Zapata, da Alejandro Gomez a Luis Muriel fino a Robin Gosens, naturalmente sono tante le soluzioni a disposizione di Gian Piero Gasperini. Nel Valencia invece l’unico giocatore ad avere segnato più di una rete nella fase a gironi è Rodrigo, però ora reduce da un infortunio: per il numero 19 degli spagnoli possiamo comunque ricordare due gol dal peso enorme, perché hanno firmato le vittorie esterne sui campi di Chelsea e Ajax che hanno permesso al Valencia di passare il girone, per di più da prima in classifica. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

Non ci sono precedenti di Atalanta Valencia, e questo soprattutto deriva dal fatto che la storia internazionale della Dea non è troppo estesa: questa era la prima partecipazione di sempre in Champions League ed è stato superato il girone, ora bisognerà affrontare i pipistrelli che hanno giocato due finali di questa competizione e hanno anche messo in bacheca la Coppa Uefa. Sarà anche il primo incrocio degli orobici con una squadra spagnola; l’anno scorso il Valencia si era trovato di fronte la Juventus nel girone di Champions League e aveva perso due volte senza segnare (0-2 al Mestalla, 0-1 all’Allianz Stadium) sbagliando un rigore (con Dani Parejo) nella partita di andata. In generale però contro le squadre italiane le cose non vanno malissimo: ci sono 9 vittorie e 6 pareggi a fronte di 13 sconfitte, il bilancio è negativo ma c’è stato qualche colpo interessante e di prestigio, come quello negli ottavi di Champions League contro l’Inter o l’eliminazione della Lazio nei quarti della stessa competizione (2000) vincendo 5-2 in casa. (agg. di Claudio Franceschini)

ARBITRA MICHAEL OLIVER

Atalanta Valencia sarà diretta questa sera a San Siro dall’arbitro inglese Michael Oliver e di conseguenza l’intera squadra arbitrale per la partita d’andata degli ottavi di Champions League arriverà dall’Inghilterra. Avremo infatti i due guardalinee Stuart Burt e Simon Bennett, alla VAR il signor Chris Kavanagh affiancato dall’assistente AVAR Craig Pawson, infine il quarto uomo sarà il signor Martin Atkinson. Tornando al primo arbitro, ecco che il signor Michael Oliver è un arbitro emergente, dal momento che è nato il 20 febbraio 1985 ad Ashington. Ancora giovane nel panorama internazionale, l’arbitro Oliver vanta comunque già ben quattordici presenze nel tabellone principale di Champions League con un bilancio di 73 cartellini gialli, tre espulsioni delle quali due comminate per somma di ammonizioni e una per rosso diretto, infine sono tre i rigori comminati dall’arbitro inglese in Champions League. L’ultimo risale al 17 settembre, quando Oliver diresse il match tra Lione e Zenit, suo primo precedente in Champions League nel corso di questa stagione seguito da Barcellona Slavia Praga – partita che è stata invece caratterizzata da ben otto cartellini gialli – e Lokomotiv Mosca Bayer Leverkusen, nella quale invece Oliver ha comminato cinque ammonizioni. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Atalanta Valencia sarà diretta dall’arbitro inglese Michael Oliver: siamo a San Siro per l’andata degli ottavi di Champions League 2019-2020, e si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 19 febbraio. La Dea vive un sogno: comunque andrà questa sarà una serata storica, perchè mai questa società era arrivata a questo punto di un torneo peraltro mai disputato prima, e si è anche permessa di prendersi la qualificazione dopo aver perso le prime tre partite (con un punto nelle prime quattro). Gian Piero Gasperini, reduce dalla vittoria sulla Roma che ha dato 6 punti di margine in chiave quarto posto, ha sempre detto che tornare a giocare la Champions League ha la priorità ma chiaramente questa sfida sarà affrontata con il massimo rispetto e provando a vincere e qualificarsi. Il Valencia da trasferta fatica, ma è stato fuori casa che si è costruito la qualificazione: battute Chelsea e Ajax per un risultato che l’anno scorso era stato mancato. Vedremo allora come andranno le cose nella diretta di Atalanta Valencia; intanto possiamo fare una valutazione sulle scelte da parte dei due allenatori e leggere insieme le probabili formazioni della partita del Giuseppe Meazza.

PROBABILI FORMAZIONI ATALANTA VALENCIA

Atalanta Valencia potrebbe essere affrontata da Gasperini con il consueto undici, anche se in difesa scalpita Caldara che contende una maglia a Palomino e Djimsiti. Verso la conferma Gollini e Toloi, in mezzo Pasalic sembra poter essere in vantaggio su Freuler per affiancare De Roon e sulle corsie laterali cerca un posto Hateboer, che però parte dietro rispetto a Castagne e Gosens. Davanti, non si dovrebbe cambiare: Alejandro Gomez e Ilicic giocano in appoggio a Duvan Zapata, eventualmente Malinovskiy e Muriel scaldano i motori. Albert Celades dovrà fare a meno di Piccini e Gabriel Paulista, e forse di Florenzi colpito dalla varicella: dunque in difesa a fare coppia con Mangala dovrebbe tornare Diakhaby, Wass e Gayà vanno per la conferma sugli esterni mentre in porta Cillessen, non al top, potrebbe nuovamente lasciare spazio a Domenech. In mediana Kondogbia e Dani Parejo, a correre sulle fasce è possibile che siano confermati i gioiellini Ferran Torres e Soler che però devono guardarsi dall’esperienza di Cheryshev; Gameiro potrebbe giocare davanti, ma qui sembra che Celades possa puntare ancora una volta su Maxi Gomez e Gonçalo Guedes e allora per il francese potrebbe esserci la panchina.

QUOTE E PRONOSTICO

Per Atalanta Valencia l’agenzia di scommesse Snai ha sancito le sue quote, che ci parlano di una Dea largamente favorita: il segno 1 per la sua vittoria vale infatti 1,73 volte quanto messo sul piatto, mentre siamo ad un valore di 4,50 sul segno 2 che dovrete giocare qualora pensiate che i pipistrelli possano fare il colpo a San Siro. Il pareggio, eventualità regolata dal segno X, vi permetterebbe di guadagnare una somma corrispondente a 3,90 volte la giocata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA