Diretta/ Atletico Madrid-Juventus (risultato finale 2-2): Herrera salva Simeone!

- Claudio Franceschini

Diretta Atletico Madrid Juventus streaming video e tv: i bianconeri aprono il loro cammino nella nuova Champions League, Cristiano Ronaldo si presenta con numeri straordinari.

Cristiano Ronaldo Savic Juventus Atletico lapresse 2019
Diretta Atletico Madrid Juventus, Champions League gruppo D (Foto LaPresse)

DIRETTA ATLETICO MADRID-JUVENTUS (RISULTATO FINALE 2-2): HERRERA SALVA SIMEONE DAL KO

Atletico Madrid e Juventus hanno dato vita a una bellissima partita che si è conclusa con il risultato finale di 2-2. Un pareggio amaro per i bianconeri che erano avanti di due gol e si sono fatti raggiungere nelle battute conclusive del match dai colchoneros che grazie a Savic e Herrera salvano Simeone dal KO. Anche stasera la compagine madrilena si è rivelata micidiale sui calci piazzati, i due gol infatti sono nati da una punizione e un tiro dalla bandierina. Nel recupero i bianconeri vanno vicinissimi al 3 a 2, Matuidi colpisce male la sfera a pochi passi da Oblak, Cristiano Ronaldo fa tutto alla perfezione ma non riesce a piazzarla all’angolino, il pallone esce di un soffio con i tifosi spagnoli che tirano un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo. Le due squadre si spartiscono così la posta in palio, la vecchia Signora esce dal Wanda Metropolitano con la consapevolezza di poter dare fastidio a chiunque e il rimpianto di non aver difeso i tre punti. {agg. di Stefano Belli}

SAVIC RIAPRE LA PARTITA!

Quando mancano non più di dieci minuti al novantesimo la Juventus è avanti sull’Atletico Madrid per 2 a 1. Non è tardata ad arrivare la reazione dei colchoneros in seguito al gol di Cuadrado, al 60′ gli uomini di Simeone costruiscono un’azione molto interessante con Gimenez che non riesce a trovare la porta. Poco dopo il gioco viene brevemente interrotto quando Khedira mette KO l’arbitro Makkele con una violentissima pallonata, il direttore di gara si rialza completamente rintronato e impiega qualche minuto a ricordarsi come si chiama e perché si trova al Wanda Metropolitano a dirigere una partita di Champions League. Chi è perfettamente lucido è Blaize Matuidi che al 65′ firma il raddoppio finalizzando una ripartenza da manuale dei suoi compagni. Gara assoluta? Certo che no, i padroni di casa non si arrendono mai e al 70′ riaprono la sfida: punizione di Koke, sponda di Gimenez per la deviazione vincente di Savic che brucia Szczesny e accorcia le distanze, ci aspetta un finale da cardiopalma. {agg. di Stefano Belli}

CUADRADO GELA IL WANDA!

Al Wanda è ricominciata dopo l’intervallo Atletico Madrid-Juventus, al decimo minuto del secondo tempo è cambiato il parziale con la formazione di Sarri che conduce per 1 a 0. Al 49′ da un lancio lungo di Bonucci nasce l’azione che rompe gli equilibri sul terreno di gioco, Higuain porta palla sulla corsia di sinistra e cambia gioco per Cuadrado che pesca il jolly e dalla distanza fa partire un missile che scavalca Oblak e si deposita in fondo alla rete. Colchoneros ammutoliti che accusano il colpo, Simeone dalla panchina sprona i suoi a darsi una svegliata, prepariamoci ad assistere a un vero e proprio arrembaggio dei padroni di casa che devono stare però attenti a non farsi infilare nuovamente in contropiede come accaduto poco fa. {agg. di Stefano Belli}

PJANIC CHIUSO IN CORNER

Atletico Madrid e Juventus vanno al riposo sul punteggio di 0-0, gara sin qui molto equilibrata al Wanda Metropolitana e il pareggio ci sta tutto. Al 35′ i bianconeri si rendono finalmente pericolosi con il tentativo dalla distanza di Pjanic che impensierisce non poco Oblak, il centrocampista bosniaco trova la deviazione di Gimenez che probabilmente trae in inganno il portiere sloveno, fortunatamente per lui la palla termina sul fondo e i colchoneros se la cavano concedendo il calcio d’angolo alla formazione di Sarri. Con Joao Felix a fare il diavolo a quattro in mezzo a Bonucci e de Ligt, chi sta mancando all’appello è senz’altro Diego Costa, il mister Simeone negli spogliatoi cercherà di spronarlo, nel secondo tempo i colchoneros avranno bisogno più che mai del suo contributo. {agg. di Stefano Belli}

OCCASIONE PER JOAO FELIX!

La diretta di Atletico Madrid-Juventus resta sullo 0-0 quando abbiamo appena superato il primo terzo di partita. All’11’ arriva il primo squillo di Joao Felix che chiama al dovere Szczesny, il portiere polacco si deve allungare per impedire al pallone calciato dal numero 7 dei colchoneros di entrare in rete. Sugli sviluppi del corner Gimenez salta più in alto di tutti e impatta il pallone che termina di poco sopra la traversa. Cristiano Ronaldo non vuole essere da meno ma anche lui non riesce a battere Oblak. In questa fase del match stanno giocando meglio gli uomini di Simeone che fanno girare palla con più disinvoltura, qualche spazio di troppo concesso dai bianconeri che non sempre chiudono le marcature sugli uomini più pericolosi. {agg. di Stefano Belli}

FASE DI STUDIO

Al Wanda Metropolitano l’attesa è finita, Atletico Madrid e Juventus sono scese in campo e hanno dato il via alle ostilità per la prima giornata del girone D di Champions League 2019-2020. Quando siamo giunti al 10′ del primo tempo il punteggio resta fermo sullo 0-0, a inizio gara i bianconeri battono subito un calcio d’angolo con Pjanic, palla allontanata dalla retroguardia dei colchoneros. Stasera a tenere banco è soprattutto il duello a distanza tra Joao Felix e Cristiano Ronaldo, l’allievo che sfida il maestro: l’astro nascente del calcio europeo pagato a peso d’oro dalla squadra allenata da Simeone contro il giocatore più forte della sua generazione (assieme a Leo Messi). Decisamente positivo l’approccio degli uomini di Sarri che si propongono con grande personalità nella metà campo spagnola. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE ATLETICO MADRID JUVENTUS

La diretta tv di Atletico Madrid Juventus sarà trasmessa esclusivamente sui canali della televisione satellitare, nello specifico Sky Sport Uno che trovate al numero 201 del decoder. Tutti gli abbonati, come di consueto, avranno la possibilità di seguire la partita anche in diretta streaming video, attivando su dispositivi come PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci al via di Atletico Madrid Juventus: i bianconeri hanno ottenuto 7 punti nelle prime tre partite di Serie A, due delle quali disputate senza Maurizio Sarri in panchina. I dati al momento parlano di 5 gol segnati e 3 subiti, ma i numeri sono arrivati tutti nella sfida interna contro il Napoli escludendo solo il gol di Giorgio Chiellini al Tardini: la Juventus ha giocato una splendida ora contro i partenopei ma poi si è fatta rimontare rischiando di pareggiare, ha mostrato che in attacco può fare grandi cose ma che in difesa va registrato qualcosa, poi a Firenze è arrivato un calo inspiegabile sul piano del gioco anche se il gol sarebbe comunque potuto arrivare su qualche buona iniziativa. L’Atletico Madrid arriva dal ko interno contro la Real Sociedad che gli ha fatto perdere la vetta della Liga: dopo il doppio 1-0 all’esordio qualche campanello d’allarme era arrivato con i due gol incassati al Wanda Metropolitano dall’Eibar, in una partita comunque vinta. Ora mettiamoci comodi, leggiamo le formazioni ufficiali e facciamo parlare il campo, perchè Atletico Madrid Juventus comincia! ATLETICO MADRID (4-4-2): 13 Oblak; 23 Trippier, 15 Savic, 2 J. Gimenez, 12 Renan Lodi; 6 Koke, 8 Saul Niguez, 5 Thomas, 11 Lemar; 7 Joao Felix, 19 Diego Costa. Allenatore: Diego Simeone JUVENTUS (4-3-3): 1 Szczesny; 13 Danilo, 19 Bonucci, 4 De Ligt, 12 Alex Sandro; 6 Khedira, 5 Pjanic, 14 Matuidi; 16 Cuadrado, 21 Higuain, 7 Cristiano Ronaldo. Allenatore: Maurizio Sarri (Agg di Claudio Franceschini)

I NUMERI DI CR7

Atletico Madrid Juventus non può non riguardare Cristiano Ronaldo: la tripletta di cui abbiamo parlato in più di un’occasione è ancora nei ricordi più brutti dei tifosi e dei giocatori dei Colchoneros, e del resto i numeri dell’attaccante portoghese non stupiscono più e li abbiamo citati tante volte. Possiamo aggiungere che con il poker in Lituania della scorsa settimana CR7 è diventato il primo giocatore nella storia a segnare 25 gol nelle qualificazioni europee, e che ha raggiunto quota 93 con la nazionale portandosi a -16 dal record assoluto di Ali Daei, che ne ha realizzati 109 con l’Iran. Ricordiamo inoltre che l’anno scorso, alla prima stagione con la Juventus, Ronaldo aveva segnato un solo gol (splendido) nella fase a gironi, contro il suo ex Manchester United; nelle quattro partite ad eliminazione diretta ha invece timbrato il cartellino in cinque occasioni, ed è stato l’unico marcatore della squadra bianconera tra ottavi e quarti. Anche questo vuol dire tanto: quando il livello si alza, Cristiano spesso e volentieri risponde presente. Peccato che poi fossero arrivati i ragazzini terribili dell’Ajax, ma questo magari sarà l’anno buono… (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Il dato negativo che riguarda i precedenti di Atletico Madrid Juventus, ovviamente visto dalla parte bianconera, è che nella capitale spagnola sponda biancorossa non sono mai arrivati gol e, per contro, ci sono state due sconfitte: è cambiato lo stadio (prima il Vicente Calderon, poi il Wanda Metropolitano), non l’esito di due partite che nella prima trasferta ha visto la squadra di Massimiliano Allegri perdere per effetto del gol di Arda Turan (era il 2014), mentre nella seconda ha sancito il ko per mano di José Gimenez e Diego Godin. Partita giocata malissimo, ma che al ritorno si è trasformata in un trionfo: abbiamo già citato la tripletta di Cristiano Ronaldo con la quale la Juventus ha ribaltato l’ottavo di finale e si è qualificata. Passaggio del turno archiviato anche nel girone di cinque anni fa: allora all’Allianz Stadium era finita senza gol ed era stato sufficiente, dunque attenzione perchè per tre volte in quattro precedenti l’Atletico Madrid ha lasciato a secco i bianconeri, che hanno sempre sofferto questo avversario. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Atletico Madrid Juventus, lo abbiamo detto prima, viene diretta dall’olandese Danny Makkelie: una sola direzione fino a questo momento nella stagione internazionale, l’andata del playoff di Champions League che aveva visto la Stella Rossa pareggiare 2-2 sul campo dello Young Boys. Nelle quattro direzioni in Eredivisie spunta una gara del Psv (3-1 sull’Ado Den Haag) e una dell’Ajax, che quel giorno ha vinto 4-1 sul campo del Venlo; tornando allo scorso anno scopriamo invece che Makkelie ha arbitrato la semifinale di ritorno in Europa League, Valencia-Arsenal 2-4, ed è arrivato ai quarti di Champions League quando gli è stata affidata Porto-Liverpool (1-4). Con lui al fischietto la Roma aveva battuto proprio i Dragoni per 2-1 nell’andata degli ottavi, mentre nella stagione precedente era caduta per 4-1 al Camp Nou contro il Barcellona nell’andata dei quarti; alcuni calciatori della Juventus lo avevano incrociato nell’ottobre di tre anni fa in Macedonia, quando l’Italia aveva battuto la Macedonia con un 3-2 in rimonta nelle qualificazioni ai Mondiali di Russia. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Atletico Madrid Juventus, che sarà diretta dall’arbitro olandese Danny Makkelie, si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 18 settembre presso il Wanda Metropolitano: anche per i bianconeri inizia la Champions League 2019-2020 e la partita di questa sera, per la prima giornata nel gruppo D, rappresenta l’ostacolo più complesso di un cammino comunque non immediato, perchè Bayer Leverkusen e Lokomotiv Mosca possono creare qualche grattacapo. Sarà importante rispondere sul piano della personalità ad un sabato che ha visto la Juventus giocare male e pareggiare a Firenze, in quello che è stato l’esordio di fatto di Maurizio Sarri; anche l’Atletico Madrid è uscito sconfitto dalla trasferta di San Sebastian, le due squadre tornano a incrociarsi dopo la grande rimonta bianconera negli ottavi della scorsa edizione ed entrambe cercano quella gloria che in Europa hanno soltanto sfiorato nelle edizioni recenti (entrambe hanno perso due finali in tre anni). Andiamo dunque a vedere, mentre sale l’attesa per la diretta di Atletico Madrid Juventus, in che modo i due allenatori potrebbero disporre le loro squadre sul terreno di gioco del Wanda Metropolitano, leggendo nel dettaglio le probabili formazioni di questa partita.

PROBABILI FORMAZIONI ATLETICO MADRID JUVENTUS

Diego Simeone non ha fatto turnover sabato: in Atletico Madrid Juventus il Cholo spera di ritrovare il grande ex Morata e dovrebbe contare su Thomas Partey, pronto a prendere il posto di Koke che eventualmente sarà dirottato sull’esterno, togliendo spazio a Lemar o Vitolo. Saul Niguez ci sarà, mentre perdura l’assenza di Hector Herrera che clamorosamente non ha mai giocato in questa stagione; davanti Joao Felix dovrebbe giocare al fianco di Diego Costa, mentre dietro Savic e José Gimenez proteggeranno il portiere Oblak con Trippier e Lodi che dovrebbero correre sugli esterni. Nella Juventus Douglas Costa non ce la fa e Pjanic al massimo sarà in panchina: dunque Sarri punterà su chi li ha sostituiti a Firenze, vale a dire Bentancur in mezzo al campo (con Khedira e Matuidi confermati sulle mezzali) e Bernardeschi nel tridente completato da Higuain e Cristiano Ronaldo. Meno possibilità per Ramsey e Dybala che partiranno dalla panchina; in difesa Danilo e Alex Sandro agiranno da terzini, Bonucci e De Ligt la coppia centrale davanti a Szczesny, con Buffon eventualmente pronto anche se verosimilmente potrebbe giocare la prossima partita del girone.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Atletico Madrid Juventus abbiamo a disposizione le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai, secondo cui i Colchoneros sono favoriti: il segno 1 per la loro vittoria vale infatti 2,45 volte la somma messa sul piatto, contro il valore di 3,05 che è stato posto sul segno 2 che, naturalmente, dovrete giocare per il successo dei bianconeri. L’eventualità del pareggio, regolata dal segno X, vi permetterebbe di guadagnare una cifra corrispondente a 3,10 volte quanto investito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA