RISULTATI SUD ELEZIONI EUROPEE 2019/ Diretta: M5s al 29%, Lega supera il Pd

- Dario D'Angelo

Elezioni Europee 2019, risultati Circoscrizione Italia Meridionale: dati definitivi, M5s primo partito. Seguono Lega e Pd, flop Forza Italia.

risultati elezioni europee 2019 circoscrizione italia meridionale sud
Luigi Di Maio (LaPresse)

Risultati Elezioni Europee 2019 Circoscrizione Sud, i dati definitivi dell’Italia Meridionale: scrutinate tutte le schede delle 14.937 sezioni, confermato i trend dei vari partiti. Il Movimento 5 Stelle si conferma al primo posto: 29,16 per cento con 1.597.982 voti raccolti. Al secondo posto, a sorpresa, c’è la Lega: il partito di Matteo Salvini incassa il 23,46% (1.285.329 voti). Subito dopo troviamo il Partito Democratico con il 17,85% (977.974 voti), seguito da Forza Italia con il 12,28% (672.744 voti) e Fratelli d’Italia al 7,56% (414.133 voti). Ecco i risultati definitivi degli altri partiti nella Circoscrizione Sud: +Europa 3,14%, La Sinistra 2,02%, Europa Verde 1,68%, Partito Comunista 0,81%, Partito Animalista 0,60%, Popolari per l’Italia 0,47%, Popolo della Famiglia 0,39%, Casapound Italia – Destre Unite 0,27%, Partito Pirata 0,17%, Forza Nuova 0,15%. Da segnalare l’interessante testa a testa tra M5s e Lega in Puglia, con i grillini in vantaggio di appena un punto percentuale. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

CIRCOSCRIZIONE SUD ELEZIONI EUROPEE 2019, I DATI

Dati definitivi ormai anche al Sud Italia, anche se le sezioni che mancano sono circa 7-8: le differenze e distanze dei partiti però non varieranno e per questo si può tranquillamente affermare che se il M5s resta il primo partito (29,17%, ipotesi 6 seggi conquistati secondo i dati YouTrend), è la Lega ad aver compiuto un balzo incredibile. Salvini ottiene il 23,45% con 5 seggi ipotetici conquistati e con la vittoria netta sul Partito Democratico che al Sud Italia resta al terzo posto con il 17,85% dei voti presi alle Elezioni Europee (4 seggi): 2 potrebbero essere i seggi di Forza Italia (12,28%, miglior risultato tra tutte le Circoscrizioni Italia per Berlusconi) mentre uno solo dovrebbe essere l’eurodeputato eletto tra le file di Fratelli d’Italia. Entrando nelle pieghe delle singole regioni, vediamo come è cresciuta la Lega rispetto alle Politiche e alle Europee: 35,1% in Abruzzo, 24,26% nel Molise, 19,6% in Campania (dove ha trionfato il Movimento 5 Stelle), 25,28% in Puglia, 23,32% in Basilicata e 22,62% nella Calabria. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BALZO DELLA LEGA: RISULTATI ELEZIONI EUROPEE AL SUD

Cerchiamo di esaminare più nel dettaglio il voto nella Circoscrizione Sud in queste elezioni Europee quando mancano poche sezioni da scrutinare. In Abruzzo la Lega di Matteo Salvini è primo partito con il 35,25% seguito dal MoVimento 5 Stelle al 22,29%. Nella regione Molise il partito di Di Maio riesce ad imporsi con il 28,69% ma la Lega si porta su numeri elevati con il 24,28%. In Puglia è ancora testa a testa tra i due partiti di governo con i 5 Stelle avanti al 26,26% contro il 25,25%. In Campania sfonda il MoVimento 5 Stelle con il 33,95% mentre il secondo classificato è il Partito Democratico con il 19,18%, avanti di pochi decimali sulla Lega al 19,08%. In Basilicata il MoVimento 5 Stelle è primo con il 29,67% contro il 23,32% della Lega. In Calabria primi sempre i pentastellati con il 26,40% tallonati dalla Lega al 22,73%. (agg. di Dario D’Angelo)

ELEZIONI EUROPEE 2019: COME SI VOTA – RISULTATI IN ITALIA – RISULTATI ALL’ESTEROFAKE NEWS – SONDAGGI – LA SATIRA: I FRIZZI DEL WEB

SUD ITALIA, M5S PRIMO PARTITO

Mancano poco meno di 900 sezioni da scrutinare nel Sud Italia nello spoglio per le elezioni Europee ed è quindi tempo di primi bilanci per quanto concerne anche la circoscrizione dell’Italia Meridionale. Il primo partito tra Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia si conferma rispetto alle Politiche del 2018 il MoVimento 5 Stelle ma con numeri in forte calo rispetto a quelli del 4 marzo. Il partito di Di Maio raggiunge infatti il 29,25% dei voti, con la Lega di Matteo Salvini attualmente sopra la soglia del 20% (23,17%) in un’area del Paese fino a qualche tempo fa letteralmente impensabile. Terzo posto per il Partito Democratico con il 18,11% mentre Forza Italia fa registrare con ogni probabilità il suo miglior risultato di questa tornata con il 12,14%. In attesa dei dati definitivi Fratelli d’Italia è quarto con il 7,58%. (agg. di Dario D’Angelo)

RISULTATI ELEZIONI EUROPEE 2019, I PRIMI NUMERI AL SUD

Risultati elezioni europee 2019, Sud: prosegue lo scrutinio nella Circoscrizione Italia Meridionale, ultimo baluardo del Movimento 5 Stelle. Dopo quasi 6.000 sezioni scrutinate, i grillini di Luigi Di Maio sono in testa con il 31,54%: grande risultato per i pentastellati in Campania, dove raggiungono il 37,27%. Al secondo posto troviamo la Lega di Matteo Salvini, che arriva al 22,19% e in Puglia registra il boom con il 25%. Segue il Partito Democratico con il 18,92% , poi Forza Italia all’11,63% e Fratelli d’Italia al 7,60%. +Europa raggiunge il 3,34%, mentre La Sinistra supera il 2% (2,15%). Qui di seguito i risultati degli altri partiti nella Circoscrizione Sud: Europa Verde 1,78%, Partito Comunista 0,75%, Partito Animalista 0,55%, Popolari per l’Europa 0,37%, Popolo della Famiglia 0,37%, Casapound Italia – Destre Unite 0,27%, Partito Pirata 0,17%, Forza Nuova 0,13%. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

RISULTATI ELEZIONI EUROPEE 2019, AFFLUENZA DEFINITIVA SUD

Urne chiuse anche al Sud in queste elezioni europee 2019. L’affluenza nella circoscrizione dell’Italia meridionale si attesta complessivamente al 48,10% degli aventi diritto, 2 punti in meno del voto precedente, le europee 2014 (50,40%). Più variegato il dato dell’affluenza nelle 5 Regioni della circoscrizione. Il calo è tuttavia generalizzato. In Puglia l’affluenza definitiva scende dal 51,60% del 2014 al 49,27% del 2019; in Molise si passa dal 54,68% al 53,18% del 2019; in Campania vota il 47,58% contro il 51,09 di 5 anni prima; calo anche in Basilicata, che passa dal 49,21% del 2014 al 47,14% del 2019; 2 punti in meno anche in Calabria, dove l’affluenza passa dal 45,45% del 2014 al 43,37% di oggi. Anche qui citiamo due dati riguardanti vecchie elezioni europee. Nel 2009 nella circoscrizione Sud aveva votato il 64% degli aventi diritto, alle elezioni europee del 2004 il 69,6%. Il Pdl era la prima lista, con il 41,9%, seguiva il Pd con il 23%. La Lega, ancora a conduzione bossiana, otteneva lo 0,6%. (Agg. di Federico Ferraù)

RISULTATI ELEZIONI EUROPEE 2019, CIRCOSCRIZIONE SUD: I PRIMI DATI REALI

Riguardo i primi risultati delle elezioni europee 2019, arrivano interessanti indicazioni dalla circoscrizione IV, quella dell’Italia meridionale. Qui, dove siamo ben lontani dal termine dello scrutinio, il Movimento 5 Stelle è avanti rispetto all’alleato di governo Lega. Con 287 sezioni scrutinate su 14.973 il M5s è al 36,68 per cento, invece la Lega al 18,77. Poco più indietro il Partito democratico con 17,77 per cento, quindi Forza Italia all’11,81% e Fratelli d’Italia al 5,97 per cento; +Europa si attesta per ora al 3,10 per cento, La sinistra al 2,16 ed Europa Verde all’1,55. Non raggiungono per ora l’1 per cento Partito Comunista, Partito Animalista, Popolo della famiglia – Alternativa popolare, Popolari per l’Italia, Casapound, Partito Pirata e Forza Nuova. Negativo il risultato relativo all’affluenza al Sud. Nelle regioni del meridione non si supera il 45%, mentre nelle isole si arriva a una partecipazione inferiore al 40%. (agg. di Silvana Palazzo)

RISULTATI ELEZIONI EUROPEE 2019, AFFLUENZA ORE 19 ITALIA MERIDIONALE

Risultati contrastanti nella circoscrizione Sud Italia per quanto riguarda l’affluenza alle elezioni europee alle ore 19 di questa giornata che vede 21 Stati al voto per il rinnovo del parlamento europeo. Il dato medio della circoscrizione, 31,84%, è nettamente inferiore a quello nazionale, 43,85% e distante – in netto calo – anche rispetto all’affluenza delle 19 registrata il 25 maggio 2014, pari al 36,53%. Questi i dati regionali: l’Abruzzo, teatro della recente affermazione del centrodestra a trazione leghista alle ultime regionali, crolla dal 46,96% del 2014 al 40,04% del 2019; l’affluenza è invece in aumento in Puglia, Calabria, Basilicata, Campania e Molise. La Puglia passa dal 33,92% del 2014 al 36,74% del 2019; la Calabria dal 32,10% al 33,61%; la Basilicata dal 32,52% al 34,36%; la Campania dal 33,97% al 34,38%; il Molise dal 39,73% al 41,91%. Per quanto riguarda la Basilicata, si può accostare l’affluenza – parziale – di queste europee all’affluenza del 53,52% delle ultime elezioni regionali, che hanno dato la vittoria al candidato di centrodestra Vito Bardi.

RISULTATI ELEZIONI EUROPEE 2019, AFFLUENZA ORE 12 ITALIA MERIDIONALE

La circoscrizione dell’Italia meridionale in queste elezioni europee 2019 ha fatto segnare alle ore 12 una affluenza nettamente al di sotto della media nazionale (16,72%), e cioè pari al 12,83%. Un dato in linea con la storia elettorale del Mezzogiorno alle elezioni europee: nelle elezioni del 2014, il dato finale dell’Italia meridionale, alla chiusura delle urne, era di 7 punti (51,7%) inferiore alla media nazionale (58,7%). Attualmente i dati relativi all’affluenza delle ore 12 vedono in testa il Molise (15,35%) in leggera crescita rispetto al 2014 (15,24%); segue l’Abruzzo (14,13%), in netto calo rispetto a 4 anni prima (16,82%), la Puglia con lo stesso dato a distanza di 4 anni, 13,67% nel 2019 e 13,60% nel 2014; la Basilicata, 11,43% contro l’11,87%, la Campania, 11,42% in calo rispetto al 2014 (12,90%), e la Calabria, 10,98% contro 10,66%. In queste elezioni europee la circoscrizione Sud elegge all’europarlamento 18 deputati. Gli eletti nel 2014 erano Gianni Pittella, Pina Picierno, Elena Gentile, Massimo Paolucci, Andrea Cozzolino, Nicola Caputo per il Pd; Isabella Adinolfi, Laura Ferrara, Rosa D’Amato, Daniela Aiuto, Piernicola Pedicini per M5s; Raffaele Fitto, Aldo Patriciello, Fulvio Martusciello, Barbara Matera, per Forza Italia, Lorenzo Cesa per il Nuovo Centrodestra e Barbara Spinelli per L’Altra Europa con Tsipras.

RISULTATI ELEZIONI EUROPEE 2019, ITALIA SUD: LE PREVISIONI

Occhi puntati sul Sud Italia in queste Elezioni Europee 2019: la circoscrizione dell’Italia Meridionale sarà come spesso è accaduto nella storia della politica nostrana la cartina di tornasole per comprendere da che parte tira il vento nazionale. Sono molteplici i motivi di curiosità che riguardano i risultati del voto al Meridione. In primis bisognerà rendersi conto se Matteo Salvini e la Lega riusciranno a penetrare in un territorio che per il Carroccio è sempre stato ostile. Il secondo motivo d’interesse è rappresentato dai voti che il MoVimento 5 Stelle riuscirà ad ottenere. Dopo la scorpacciata fatta nelle elezioni Politiche, complice anche la promessa di erogare il reddito di cittadinanza, Luigi Di Maio è alla prova del nove: il consenso dei pentastellati al Sud è sopravvissuto dopo un anno di governo finendo per radicarsi oppure segnerà un calo che si ripercuoterà sensibilmente sul risultato nazionale del M5s? Resta poi l’ultimo elemento d’attenzione, quello riguardante i partiti tradizionali di centrodestra e centrosinistra. Silvio Berlusconi e la sua Forza Italia hanno visto per anni alcune regioni del Meridione come vere e proprie terre di conquista, così come il Partito Democratico ha governato e governa tuttora in molte di queste zone a conferma dell’elevato tasso di consenso. Si tratta di una stagione del passato o le elezioni Europee sanciranno un “ritorno al futuro”?

ELEZIONI EUROPEE 2019, CIRCOSCRIZIONE SUD: CANDIDATI CENTRODESTRA

La circoscrizione Italia Meridionale alle Elezioni Europee 2019 comprende Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia ed elegge 18 seggi del parlamento europeo. Iniziamo da un focus dai candidati del centrodestra partendo dai nomi in lista di Forza Italia, che al Sud spera di compensare la spinta nordista della Lega di Salvini schierando capolista il leader Silvio Berlusconi. Subito dopo il Cavaliere troviamo Barbara Matera, Lorenzo Cesa, Fulvio Martusciello, Alessandra Mussolini, Aldo Patriciello, Carmela Bellame detta Carmen, Fulvia Michela Caligiuri, Mariagrazia Chiusolo detta Molly, Leonardo Ciccopiedi, Filomena d’Antini detta Mena, Beatrice De Donato, Paola Di Salvatore, Antonio Ilardi, Giorgio Magliocca, antonietta Pecchia detta Antonella, Giuseppe Peda’, Sergio Paolo Francesco Silvestris. La Lega risponde con Matteo Salvini, Ilaria Antelmi, Daniela Calderano, Andrea Caroppo, Massimo Casanova, Giancarlo Cerrelli, Antonello D’Aloisio, Elisabetta De Blasis, Valentino Grant, Antonella Lella, Luigi Antonio Petroni, Francesca Porpiglia, Simona Sapignoli, Nadia Sgro, Vincenzo Sofo, Emma Staine, Aurelio Tommasetti, Vuolo Lucia. Fratelli d’Italia candida invece Giorgia Meloni, Rosario Achille Aversa, Denis Domenico Nesci, Margherita D’Urbano, Raffaele Fitto, Isabella Gentile, Marcello Gemmato, Maria Rosaria Lagrotta, Maria Letizia, Stella Mele, Caio Giulio Cesare Mussolini, Mario Quaglieri, Carmela Rescigno, Salvatore Ronghi, Alessandra Siciliano, Antonio Tisci, Ugo Tozzi, Lucrezia Vinci.

ITALIA SUD, ELEZIONI EUROPEE 2019: CANDIDATI CENTROSINISTRA E M5S

Non sarà una partita facile quella del Pd alle Elezioni Europee 2019. Per tentare di arrestare l’emorragia di voti che ha portato il centrosinistra al suo minimo storico nel marzo 2018, il nuovo segretario Nicola Zingaretti ha deciso di puntare su candidature di peso ma soprattutto dall’alto profilo come quella dell’ex procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, che sarà infatti il capolista dello schieramento dem. Oltre a Roberti sono candidati Pina Picierno, Andrea Cozzolino, Elena Gentile. Giosi Ferrandino, Gerarta Ballo, Nicola Caputo, Caterina Cerroni, Nicola Brienza, Lucia Nucera, Francesco Antonio Iacucci, Anna Marro, Massimo Paolucci, Leila Keichoud, Eduardo Piccirilli, Anna Petrone, Ivan Stomeo, Mariella Verdoliva. E il MoVimento 5 Stelle? Luigi Di Maio ha scelto personalmente di mettere capolista – suscitando parecchi malumori nella base che si è vista “scavalcata” dal capo politico – la docente dell’Università di Bari Chiara Maria Gemma. Questi gli altri candidati pentastellati:”Piernicola Pedicini, Laura Ferrara, Isabella Adinolfi, Rosa D’Amato, Michela Rescigno, Gianluca Ranieri, Mario Furore, Mariano Peluso, Enrico Farina, Vito Avallone, Alberto De Giglio, Danilo Della Valle, Franca Pulpito, Luigi Napolitano, Antimina Di Matteo, Valeria Di Nino, Stefania Gentile.

ELEZIONI EUROPEE 2019, I RISULTATI DEL 2014

Ma che tipo di risultati dobbiamo attenderci dal voto per le Elezioni Europee 2019 nella Circoscrizione Sud? Probabilmente diverso da quello materializzatosi in un 2014 che viene ricordato come l’anno del boom del Pd a guida Matteo Renzi. Il Partito Democratico che a livello nazionale toccò il 40% nell’Italia Meridionale si affermò come prima forza politica del Paese con un lusinghiero 35% che consegnò allo schieramento renziano 6 seggi nell’Europarlamento. In seconda posizione si piazzò il MoVimento 5 Stelle, che ottenne 5 seggi frutto del 24% di consensi ottenuti. Silvio Berlusconi e Forza Italia si difesero con il 22,2% e 4 deputati eletti mentre altri due seggi andarono rispettivamente alla lista Nuovo Centro-Destra/Unione di Centro, capace di raggiungere il 6,6% dei consensi, e alla Lista Tsipras (4,2%) di cui facevano parte alcuni esponenti della sinistra radicale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA