Articoli 2008 di Usa

USA/ Obama il "traditore": il suo staff è troppo di "destra". E la popolarità scende

In calo di popolarità nei sondaggi e a costo di generare più di qualche malcontento nell'ala sinistra del Partito (quella che più lo ha sostenuto e si è fatta artefice della sua elezione) Barack Obama ha composto una squadra con molti personaggi graditi ai repubblicani nei posti chiave. E per Hillary è pronta la poltrona di segretario di stato: un vero mal di pancia per i democrats di ferro

ELEZIONI USA/ E' tra la gente il motivo della sconfitta dei Repubblicani

La mancanza di credibilità dei Repubblicani ha giocato un riolo determinante nella vittoria di Barack Obama. Le bugie per giustificare la guerra in Iraq sono state pagate a prezzo altissimo e molti elettori repubblicani, come anche cattolici, hanno optato per il senatore dell'Illinois. Per il partito dell'elefantino  si apre un lungo periodo di riflessione. DINO D'AGATA da Washington ci racconta il clima che si respira negli Usa tra la gente comune

ELEZIONI USA/ Politica, elettori ed educazione: il voto è solo questione di marketing?

OHIO - MAX BONILLA - La campagna elettorale in america è spesso impostata come un grande momento in cui il marketing regna sovrano e in cui i voti degli elettori sono da conquistare agitando gli spauracchi di nuove tasse o di potenziali politiche irrispettose dell'ambiente. Ma la decisione di un elettore è proprio solo determinata dalle leggi del marketing?  VOTA IL SONDAGGIO.

ELEZIONI USA/ Se essere pro-life non "rende" più: «Non buttiamola sul ‘partito della vita’»

Non è facile da individuare un partito pro-life, perchè dopo otto anni di Amministrazione Bush l’aborto – non che ci fosse da aspettarsi altro – se ne sta ancora lì. Ma come cattolici sappiamo che c’è solo un luogo in cui la libertà può essere pienamente affermata e questo luogo non è né il partito Repubblicano, né quello Democratico. È solo la Chiesa. RIRO MANISCALCO da New York descrive l'imbarazzo cattolico nella scelta del 4 novembre

ELEZIONI USA/ La grande attesa del verdetto e il pericolo di cercare la felicità in un esito politico

La candidatura di Barack Obama sta assumendo significati sociali mai visti prima per un candidato presidente. I sostenitori del senatore dell’Illinois, guardano al loro candidato come ad un “contenitore presidenziale aperto, in cui molti riversano i loro sogni politici” (Daniel Henninger, Wall Street Journal). MARIA ELENA MONZANI spiega a ilsussidiario.net lo strano fenomeno di un'America in crisi economica che sembra riporre il suo desiderio di felicità nell'esito della contesa elettorale. VOTA IL SONDAGGIO.

ELEZIONI USA/ Oltre la muraglia del politically correct

La crisi economica è arrivata anche a minacciare moltissime delle realtà formative con cui gli studenti si trovano ad interagire prima del fatidico quatttro Novembre. MARTINA SALTAMACCHIA racconta a ilsussidiario.net  sogni, aspettative e speranze degli alunni di uno dei college più "in" d'America

USA/ Weigel: principi morali sbagliati possono facilmente corrompere le professioni e le leggi

La cultura in America non è più tema di riflessione pubblica. George Weigel, autore di una biografia su Giovanni Paolo II, e intervistato da Robert F. Conkling in occasione della 77° Conferenza annuale sull'Educazione dell'Associazione Cattolica dei Medici Americani (svoltasi a Baltimore il 9-12 ottobre), sottolinea come il papa polacco abbia rilevato «l'importanza di una vibrante cultura morale pubblica in democrazia». E, in campo sanitario, i rischi di un giudizio male indirizzato

USA/ Indebitarsi per studiare all'università

La crisi finanziaria americana è arrivata a toccare anche i prestiti allo studio. SHARON MOLLERUS ci spiega come il debito medio degli studenti che hanno frequentato un college è ora di 40mila dollari, con punte oltre i 100mila

USA/ Quali conseguenze da un possibile attacco all’Iran?

Oltre ai movimenti nel Golfo Persico da parte statunitense, si parla ora anche di un preciso piano iraniano per l’armamento nucleare, allo studio dei servizi segreti. Ma un attacco improvviso e di ampie proporzioni potrebbe avere effetti catastrofici. Il problema, allora, è come ridurre l’azzardo, riducendone gli effetti negativi sia politici che economici. L’analisi di ALBERTO LEONI

USA/ I due candidati alla vicepresidenza e l'aborto

Sarah Palin, il candidato scelto da McCain, è un membro dell'organizzazione Feminists for Life, che associa la difesa dei valori del femminismo con il rifiuto dell'aborto. Mentre Joe Biden, il senatore favorito da Obama, ha invocato posizioni di apertura della Chiesa verso l'aborto

SCENARI/ La nuova Russia di Putin divide liberal e conservatori Usa

Di fronte a Stati definiti autoritari, come la Russia di Putin e la Cina, i conservatori Usa pensano a una “Lega delle democrazie”. Viceversa in area liberal accusano questa posizione di idealismo e propendono per un interventismo mediato, basato su una rinnovata «cooperazione attiva». Leggi il commento di FRANCESCO TANZILLI

PRESIDENZIALI USA/ L’Europa è “innamorata” di Obama, ma in America…

Si è concluso con la tappa di Londra il tour europeo di Barack Obama. Una settimana che lo ha visto protagonista, acclamato dai politici, dai media e dai cittadini del vecchio continente. Ma all’America questa operazione non è piaciuta, e il candidato repubblicano McCain potrebbe approfittarne. Leggi l’intervento di GIOVANNI BOGGERO e ascolta il commento di ALBERTO SIMONI, giornalista di Avvenire ed esperto di tematiche americane

PRESIDENZIALI USA/ Chi vincerà tra Obama e McCain?

I sondaggi danno per ora in testa il senatore democratico, che gode però di una buona copertura mediatica. Ma sono molti i fattori che possono cambiare le cose da qui a novembre. L’esperto di tematiche Usa PIETRO SORDI ci spiega quali sono

USA/ La dignità delle donne di Kampala che ha colpito George Bush

Durante il suo discorso al Congresso nazionale dell’Office of Faith-Based and Community Initiatives il Presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha citato un gruppo di donne ugandesi che dopo l'uragano Katrina hanno consegnato all'ambasciata Usa mille dollari da destinare ad aiuti umanitari. Quelle donne fanno parte del Meeting Point international di Rose Busingye, che accoglie orfani di guerra e malati di Aids. Dopo il premio assegnato a Cannes da Spike Lee ad EMMANUEL EXITU autore del documentario su questa realtà (che ilsussidiario.net intervistò) arriva un altro riconoscimento di stima da uno degli uomini più importanti del mondo. Leggi anche l’intervista a ROSE BUSINGYE

Primarie Usa: per i democratici a decidere sarà il partito

Il vantaggio di Obama sulla Clinton dopo le primarie (nelle quali il senatore dell'Illinois ha conquistato più Stati e più voti assoluti) potrebbe essere annullato dalle scelte dei dirigenti del partito. Si cerca una mediazione per evitare una pericolosissima rottura interna.

GLI ARCHIVI DEL CANALE