Editoriali 2016

2017, Anno Domini

Molti i motivi di incertezza che dovrebbero indurre ansia in noi, dal Brexit all'elezione di Trump, al no alle riforme. Ma non sono questi i fatti che contano. L'editoriale di VINCENT NAGLE

L'anno della speranza

Parrebbe impossibile trovare motivo per sperare un bene dall'anno nuovo. Eppure, tutto rinasce da chi ha dato tutto di sé: come padre Romani Scalfi, scomparso a Natale. GIOVANNA PARRAVICINI

Oltre Mps (e la crisi bancaria)

Il 2016 si chiude per l'Azienda-Italia con il conto salato della crisi bancaria. ma anche con la volontà - e i primi segnali - di riporre al centro la politica industriale. GIANNI CREDIT

Un Amico ci apre gli occhi

La realtà in questo periodo non sembra essere buona per l’uomo. Eppure proprio dal Natale viene il richiamo a guardare meglio le cose, ricorda FERNANDO DE HARO

E' Dio a cercare l'uomo

E' successo qualcosa d'incantevole: è nato. Si è inginocchiato: "E il Verbo si fece carne". Fino a poggiare il suo respiro nel nostro, facendo di noi la sua dimora. MARCO POZZA

Natale a New York

Facciamo la casa bella e luminosa perché è festa. Non c'è niente da dimenticare e non c'è da fingere che non esistano cose brutte attorno a noi. Un Bimbo viene. RIRO MANISCALCO

Cristiano non è un aggettivo

La vita dei cristiani in Medio Oriente non è certo facile. La soluzione ai loro problemi, spiega FERNANDO DE HARO, non è certo la nascita di uno Stato monoconfessionale cristiano

Verso Natale

Più volte in questo Avvento che sta per finire è risuonato l'invito dell'inno scritto dalle claustrali di Vitorchiano: "Innalzate nei cieli lo sguardo". L'editoriale di PIGI COLOGNESI

Quando la grazia procede a zig-zag

Il peccato è una sottrazione della grazia; Giuseppe (in lingua ebraica: "Colui che aggiunge") è il riparatore di una storia sfilacciata, di una grazia dissipata. L'editoriale di MARCO POZZA

La rivoluzione del bisnonno

Un certo signor Denis Karagodin di Tomsk in Siberia si è messo a indagare nel passato del bisnonno, un contadino fucilato nel 1938. Una ricerca dagli sviluppi imprevisti. MARTA DELL'ASTA

Se il salvataggio Mps parla all'Europa

Il "decreto bancario" per la stabilizzazione di Mps e delle Popolari sarà il primo atto politico del nuovo governo: dopo una gase di sofferenza della politica creditizia. GIANNI CREDIT

Quale attesa?

Aria di Natale. Nell'inserto culturale del Corriere della Sera lo scrittore Marco Missiroli ricorda la notte in cui ha scoperto che Babbo Natale era suo padre. PIGI COLOGNESI

La voce e la presenza

"Quando, un giorno, l'Amico sopraggiunse, il Battista si mise in disparte: doveva diminuire, l'Altro doveva accrescere". Tutto diventava relativo a Lui. L'editoriale di MARCO POZZA

Lei, Immacolata, piange

Oggi la Chiesa cattolica celebra l'immacolata concezione di Maria. Il suo Sì allo Spirito Santo fu il più libero e il più gratuito di tutti gli assensi del mondo. LAURA CIONI

L'Italia salta? Non è più il 2011

I mercati hanno assorbito nell'immediato l'esito del referendum italiano. E la cornice internazionale non è più quella del 2011. Ma resta il nodo taglia-debito. GIANNI CREDIT

Cristiani senza "scorciatoie"

Partendo da un incontro che c'è stato a Madrid la scorsa settimana sul nuovo libro di Julián Carrón, FERNANDO DE HARO ricorda come il cristianesimo può evitare di perdere fascino

La luce fredda

Queste giornate di declinante autunno preannunciano l'inverno con un clima - almeno così è a Milano e forse da altre parti – bello e strano. PIGI COLOGNESI

Fare strada all'Amico

La premura e la missione del profeta: quella che il popolo non si perda l'appuntamento con la bellezza, che non gli sfugga l'aggancio con la salvezza. L'editoriale di MARCO POZZA

Non sfruttamento ma nuovo lavoro

New economy, gig economy: cambia il mercato del lavoro, ma che fine fanno le tutele e i diritti? Cosa fare per ridare dignità a tante classi di sfruttati? GIORGIO VITTADINI

Il nuovo sogno cubano

Probabilmente non se ne è reso conto neanche lui, ma alla fine Fidel Castro ha giocato un ruolo importante nell'ecumenismo e nella fede. GIOVANNA PARRAVICINI

Educazione e legge di bilancio

Una legge di stabilità complessa salva la dimensione sviluppista con "Industria 4.0". Sull'education resiste la choice paritaria, ma si può osare di più. GIANNI CREDIT

Struggimento d'attesa

L'Avvento ci invita all'attesa e per vivere nel modo migliore questo tempo prezioso ci viene in aiuto anche la musica. PIGI COLOGNESI ci segnala alcuni ascolti consigliati

Accorgersi di Dio

L'avvento è l'attesa di Dio, del Re ch'è morto amando. Da quel sospiro, si è diventati un po' tutti mendicanti di bellezza: l'uomo diventa cercatore di felicità. L'editoriale di MARCO POZZA

La Colletta che unisce

Si tiene anche quest'anno la Giornata della Colletta Alimentare, ventesima edizione. Un gesto sempre di più di popolo che nasce dalla consapevolezza che tutto è dono. GIORGIO VITTADINI

Piero, la Resurrezione di tutti

Sta per concludersi il restauro di una delle opere più famose e iconiche della storia: la Resurrezione di Piero della Francesca. Un capolavoro solo religioso? No. GIUSEPPE FRANGI

La sfida del rigore

La City di Londra tifa per il Sì al referendum, come gli industriali italiani. Mentre Angela Merkel si ricandida in Germania contro l'avanzata globale del populismo. GIANNI CREDIT

Addio ideologie sulle scuole

Il nuovo governo inizia a muovere i primi passi in Spagna. E una delle sfide per Rajoy è quella di approvare presto un Patto per l’istruzione, spiega FERNANDO DE HARO

Il cielo nel lager

Gli esempi di fede eroica non sono anzitutto frutto delle capacità individuali, bensì un dono della misericordia di Dio che non abbandona il suo popolo. PIGI COLOGNESI

Dio non si arrende

Domenica 20 novembre papa Francesco chiuderà solennemente la Porta Santa della Basilica di San Pietro, terminando il giubileo della misericordia. L'editoriale di VINCENT NAGLE

Cosa fareste senza "i nemici"?

Stagione di monumenti e di principi in Russia: nel giro di un mese o poco meno, due grandi monumenti sono stati inaugurati e altri ne sono stati annunciati. ADRIANO DELL'ASTA

Usa, il "grido" dei padri fondatori

I padri fondatori erano interessati a garantire i diritti delle minoranze, perché pensavano che in un corpo politico sano dovesse esistere una pluralità di opinioni, ricorda FERNANDO DE HARO

Vite sospese

Le parole di papa Francesco sui profughi dovrebbero far riflettere. Perché c'è qualcosa di molto grave che sta accadendo oggi e che non riusciamo a evitare. SALVATORE ABBRUZZESE

Il ritorno di Stalin

7 novembre 1956, a Budapest si insedia il governo filosovietico di János Kádár: la rivoluzione è ufficialmente finita. Conviene ricordare cos'era successo. PIGI COLOGNESI

Benvenuto, ladrone, in Cielo

Il Giubileo dei Carcerati novella reinterpretazione della pagina de "I Fioretti" di Tommaso da Celano. Avverrà domenica, in piazza San Pietro. L'editoriale di MARCO POZZA

La memoria, il nemico del potere

Quello della lettura pubblica dei nomi dei fucilati, il 29 ottobre, è ormai un "rito civile" affermatosi in Russia da dieci anni. Un vero riscatto della memoria. MARTA DELL'ASTA

GLI ARCHIVI DELL'EDITORIALE