SKRTEL E ATALANTA ADDIO: RESCISSIONE/ Domani ufficialità: preso Kjaer per sostituirlo

- Niccolò Magnani

Martin Skrtel lascia l’Atalanta: rescissione consensuale del contratto. Problemi fisici o con la moglie? Le ipotesi. Intanto al suo posto arriva Simon Kjaer.

Skrtel in maglia Atalanta
Martin Skrtel, Atalanta (Instagram, 2019)

A 20 giorni dalla sua presentazione, Martin Skrtel lascia l’Atalanta. Ma per il difensore slovacco è già tempo di addio. Il calciatore ha raggiunto un accordo col club bergamasco per la rescissione consensuale del contratto. Avrebbe dovuto portare esperienza internazionale alla squadra di Gasperini, che quest’anno affronta la prima Champions League della sua storia. Ma l’erede di Mancini va cercato altrove e non c’è molto tempo a disposizione. L’Atalanta è corsa ai ripari con Simon Kjaer, ex Palermo e Roma. Arriva dal Siviglia, pare in prestito con diritto di riscatto. L’affare verrà portato a termine prima della chiusura della finestra estiva di calciomercato. Lui ha le caratteristiche richieste da Gasperini, che vuole un rinforzo per il reparto arretrato di levatura internazionale, con grande esperienza. Così dunque l’Atalanta risolve il rebus difensivo dopo la rescissione lampo di Martin Skrtel. (agg. di Silvana Palazzo)

MARTIN SKRTEL LASCIA L’ATALANTA: PROBLEMI CON LA MOGLIE?

Martin Skrtel tre settimane fa è arrivato all’Atalanta per dare esperienza alla difesa di Gasperini. Ma non ha neppure giocato una sola partita ufficiale con la maglia nerazzurra che se ne va. Non è ancora chiaro perché, visto che manca anche l’ufficialità, ma il difensore slovacco lascerà l’Atalanta. Secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa, la rescissione del contratto, che sarà consensuale, arriverà domani, prima della chiusura della finestra estiva di calciomercato. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, Skrtel non dovrebbe andare via per problemi fisici. Potrebbe essere accaduto qualcosa con lo staff o la società in merito ad alcuni allenamenti. Oppure potrebbe trattarsi di un problema familiare. Secondo il quotidiano, la moglie non avrebbe gradito sin dall’inizio l’idea di trasferirsi a Bergamo. Svincolato dal Fenerbahce, dopo una lunga esperienza al Liverpool, Skrtel dovrà trovarsi una nuova sistemazione. (agg. di Silvana Palazzo)

MARTIN SKRTEL LASCIA L’ATALANTA, ARRIVA KJAER

Neanche il tempo di riprendersi dalla risoluzione contrattuale di Martin Skrtel (i motivi li trovate tutti elencati nel focus qui sotto), che l’Atalanta sarebbe già ad un passo dall’assicurarsi un nuovo rinforzo. Vista la necessità di acquistare un centrale di difesa di esperienza, e a poche ore dalla chiusura ufficiale della sessione estiva (termina domani alle ore 22:00), la compagine nerazzurra è virata decisa su Simon Kjaer. Stando a quanto sottolineato dai colleghi di Sky Sport l’operazione per il capitano della nazionale danese sarebbe già a buon punto, visto che con il Siviglia, la squadra che ne detiene il cartellino, sarebbe già tutto fatto, mentre mancherebbero alcune questioni da risolvere circa l’accordo con lo stesso giocatore. Kjaer non è di certo nuovo alla Serie A, essendo stato di fatto lanciato dal Palermo nel 2008 dopo l’esperienza al Midtjylland, e dopo aver giocato con la maglia della Roma nella stagione 2011-2012. Delle due è stata senza dubbio migliore la stagione rosanero, ma a Bergamo il 30enne danese potrebbe senza dubbio regalare il suo prezioso apporto. Curiosità, Kjaer e Skrtel sono stati compagni di squadra nel 2016-2017 presso il Fenerbahce. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MARTIN SKRTEL, RISOLUZIONE CON L’ATALANTA

L’avventura all’Atalanta di Martin Skrtel è durata meno di un soffio: senza neanche esordire in campionato, il difensore centrale slovacco arrivato in pompa magna in questo agosto è vicinissimo alla rescissione del contratto con la società di Percassi. L’annuncio a sorpresa arriverà domani, ma ormai da tutti i media viene dato per fatto con l’Atalanta che così in pochissime ore dovrà andare alla caccia di un difensore possibilmente forte ed esperto per poter affrontare al meglio il girone di Champions League e tutti gli impegni della piccola-magica realtà di Bergamo, partita col piede giusto anche quest’anno anno in Serie A. Secondo la Gazzetta dello Sport, «tra qualche ora diventerà ufficiale, ma lo slovacco Martin Skrtel non è più un giocatore dell’Atalanta e non figura neppure tra i convocati per la gara contro il Torino». Neanche 20 giorni dopo la presentazione e dopo una sola apparizione in amichevole (9-1 contro il Monza, con tanto di gol per lo slovacco ex Liverpool) l’addio sembra ormai alle porte.

SKRTEL-ATALANTA, È GIÀ ADDIO: ECCO I MOTIVI

Per Skrtel l’Atalanta avrebbe dovuto rappresentare occasione di rilancio dopo tre anni in chiaroscuro in Turchia con la maglia del Fenerbahce: per Gasperini, d’altro canto, un arrivo finalmente di livello internazionale dopo le cessioni lo scorso anno di Caldara alla Juventus (poi girato al Milan nell’affare Bonucci) e quest’anno di Mancini alla Roma. Invece nulla di tutto questo: secondo La Gazzetta dello Sport i motivi della rescissione sarebbero da ricercare nei problemi fisici che incomberebbero su Martin Skrtel, ma non sono pochi quelli che scrivono in queste ore di “incompatibilità coi metodi di allenamento” durissimi di Gasperini con le capacità odierne del fisico del difensore classe 1984. In attesa della decisione ufficiale, l’Atalanta ora deve tornare sul mercato per un altro centrale difensivo d’esperienza in pochissime ore: non sarà facile, anche se probabilmente sonderà in primis Rugani dalla Juventus (difficile dopo ko di Chiellini per mezza stagione) ed eventualmente all’estero sulla lista degli svincolati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA