CLASSIFICA CHAMPIONS LEAGUE/ Risultati 1^ giornata: vola il Salisburgo, l’Inter…

- Mauro Mantegazza

Classifica e risultati Champions League, 1^ giornata. Caos Inter con pareggio contro Slavia Praga, il Napoli replica la vittoria contro il Liverpool

champions league
La Champions League, immagine di repertorio (LaPresse)

Primi verdetti per la classifica dei gironi di Champions League dopo la prima giornata disputata nei gironi E, F, G e H. Equilibri immutati nel girone dell’Inter, mentre il Napoli è volato in testa insieme a un super Salisburgo. Primi interessanti sviluppi per ciò che concerne il gruppo G: in testa troviamo il Red Bull Lipsia con tre punti, con la compagine tedesca che si è imposta 1-2 sul campo del Benfica. Appaiate al secondo posto Lione e Zenit San Pietroburgo. Brutta battuta d’arresto per il Chelsea di Frankie Lampard, ultimo nel girone H insieme al Lille: i Blues sono stati sconfitti 0-1 tra le mura amiche di Stamford Bridge dal Valencia, rete siglata da Rodrigo. Decisivo l’errore dagli 11 metri di Barkley allo scadere, che ha condannato i londinesi al ko. In vetta, insieme ai Che di Celades, troviamo l’Ajax: la compagine olandese di Ten Hag ha distrutto 4-0 i Douges di Galtier. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

CLASSIFICA CHAMPIONS LEAGUE: CAOS INTER!

Che gran caos la classifica dell’Inter dopo la prima giornata di Champions League giocata ieri: in attese della nuove sfide di oggi con i risultati e nuove classifiche complete questa sera al termine del primo turno, la situazione più complesso al momento è quella del gruppo F dove Inter, Slavia Praga, Barcellona e Borussia Dortmund sono tutte appaiate ad un punto. Addirittura, siccome i cechi hanno fatto un gol fuori casa al momento sono in testa nominalmente al girone davanti alle ben più attrezzate altre tre contendenti. Di certo la classifica si muoverà dalle prossime giornate con lo Slavia che presumibilmente si candida al massimo per un posto in Europa League, ma per Conte e Lukaku la sfida si fa davvero complessa e con ogni probabilità si giocherà tutta nella doppia sfida consecutiva con il Borussia tra la terza e la quarta giornata di Champions League. Dando il Barcellona come quasi certo al primo posto (con il rientro di Messi e l’atomico attacco formato con Suarez e Griezmann), sanno Reus e compagni gli avversari più impegnativi per poter sperare nella qualificazione agli ottavi. Certo, contro lo Slavia (specie in casa) bisognava fare bottino pieno per non perdere terreno contro le altre big: ora però bisognerà sperare in un passo falso del Barca o dei tedeschi per rimettere tutto in gioco. Quello di cui al momento sembra non aver bisogno il Napoli che ha schiantato i Campioni d’Europa e si ritrova in classifica a punteggio pieno con il Salisburgo. Proprio vedendo la sorpresa austriaca, avere già 3 punti conquistati contro il Liverpool è un bottino di grande serenità per il prosieguo del torneo: ma occhio alle sorprese, come visto ieri a San Siro, tutto davvero può sempre succedere. (agg. di Niccolò Magnani)

SUPER NAPOLI BATTE IL LIVERPOOL

Serata di grandi emozioni per i risultati di Champions League: esattamente come lo scorso anno il Napoli batte il Liverpool al San Paolo segnando nel finale, questa volta Dries Mertens realizza un rigore conquistato con esperienza da Callejon e Adrian, che aveva compiuto un miracolo sul belga, tocca ma non salva. Splendido avvio dei partenopei dunque visto che arriva anche il raddoppio di Fernando Llorente nel recupero, ma va ricordato che nell’ultima stagione non era bastato; in testa al gruppo E c’è il Salisburgo che segna un altro gol al malcapitato Genk e apre alla grandissima, mentre il Chelsea cade in casa contro il Valencia sbagliando nel finale il rigore del potenziale pareggio (rivisto al Var) con Ross Barkley che scheggia la parte superiore della traversa, il gol decisivo per gli spagnoli è di Rodrigo. Rigore fallito anche da Marco Reus: lo ipnotizza il connazionale ed ex compagno di squadra ter Stegen, che però aveva abbondantemente staccato entrambi i piedi dalla riga di porta: sarebbe stato un penalty da ripetere e invece al Signal Iduna Park un brutto Barcellona (nel quale è rientrato Leo Messi) la sfanga con lo 0-0 continuando a restare senza vittorie in trasferta nella stagione. Vince fuori casa il Lipsia, con la doppietta del solito Timo Werner: espugnato il Da Luz, il Benfica si sveglia troppo tardi con Seferovic. Tris dell’Ajax al Lille, i Lancieri anche con i nuovi acquisti sembrano poter essere incisivi come lo scorso anno ma aspettiamo le controprove. Domani si torna a giocare: in campo la Juventus e l’Atalanta, che fa il suo esordio assoluto nei gironi di Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO SU TUTTI I CAMPI

I risultati di Champions League per le partite del martedì sera ci consegnano un quadro piuttosto curioso: sei campi, si segna solo in due e per la precisione Salisburgo e Amsterdam. In Austria è Haland-show: il giovanissimo attaccante norvegese segna una tripletta all’esordio in questa competizione confermando i numeri spaventosi messi insieme in stagione e con le nazionali giovanili, gli altri due gol li segnano Hee-Chan Hwang e Szoboszlai e dopo un solo tempo il Salisburgo vince 5-1 contro il Genk, che aveva accorciato con Lucumi ma nel finale di frazione è stato nuovamente travolto. Alla Johan Cruijff Arena invece è Quincy Promes a segnare il primo gol del nuovo corso, Ziyech colpisce un tremendo incrocio dei pali e i Lancieri sembrano già in forma, anche se il contropiede del Lille crea qualche grattacapo. Senza gol tutte le altre partite, dunque compresa anche quella del San Paolo: il Napoli soffre e rischia in più occasioni di subire gol, uno lo segna con Lozano ma il messicano è in chiara posizione di fuorigioco e l’arbitro giustamente annulla. Adesso dunque vedremo quello che succederà nei secondi tempi, sperando che anche sugli altri campi la situazione si possa sbloccare… (agg. di Claudio Franceschini)

L’INTER PAREGGIA IN CASA

Subito grandi emozioni a San Siro, in uno dei primi due risultati di Champions League maturati negli anticipi: l’Inter a San Siro va sotto al 63’ per effetto del gol di Olayinka, gioca male e rischia di subire anche la seconda rete ma poi, non per la prima volta, fa fruttare il recupero: l’arbitro assegna 8 minuti per un paio di consulti al Var, ai nerazzurri ne basta uno e mezzo per il pareggio di Nicolò Barella che riprende un pallone che Sensi, su punizione, aveva stampato sulla traversa. In seguito Kolar salva su Lukaku; l’Inter pareggia in casa contro l’avversaria più debole del girone (almeno sulla carta), non un grande inizio per Antonio Conte ma almeno psicologicamente è un punto che conta tanto. Pari anche a Lione, dove il rigore di Memphis Depay riprende il gol di Azmoun che aveva lanciato lo Zenit; dunque adesso si giocano le altre sei partite, riflettori puntati sul San Paolo dove il Napoli ospita il Liverpool ma anche su Borussia Dortmund-Barcellona – altra partita del girone dell’Inter e big match della serata – e Salisburgo-Genk, la sfida del gruppo E che è ovviamente quello dei partenopei. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO A SAN SIRO E LIONE

Intervallo nelle partite che ci daranno i primi due risultati di Champions League: come sappiamo sta giocando anche l’Inter, la cui partenza a San Siro contro lo Slavia Praga non è stata di quelle migliori. Con il passare dei minuti i nerazzurri si sono sciolti e sono andati vicini al gol con D’Ambrosio, prima con un colpo di testa respinto da Kolar e poi con una conclusione da lontano che ha fatto la barba alla traversa; tuttavia il gol non è arrivato e lo Slavia Praga ha già tentato qualche incursione dalle parti di Handanovic, dunque partita aperta. Così anche al Parc Olympique Lyonnais, dove il Lione ha condotto il gioco per ampi tratti del primo tempo ma ha subito gol a 4 minuti dal 45’ con il solito Azmon, che ha portato in vantaggio lo Zenit scattando tra le maglie della difesa francese e battendo Anthony Lopes. Tra poco si torna a giocare: vedremo dunque come andranno le cose nel secondo tempo, intanto cresce l’attesa per le altre sei partite di questa prima giornata di Champions League tra cui, ovviamente, quella del Napoli che al San Paolo ospita il Liverpool nella speranza di ripetere la bella vittoria dello scorso anno. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO LE PRIME DUE PARTITE

Tutto è pronto per dare il via a Inter Slavia Praga e Lione Zenit San Pietroburgo, le due partite che ci consegneranno i primi risultati Champions League della fase a gironi. Una nuova avventura comincia, anche se a direi l vero in estate ci sono già state tantissime partite dei vari turni preliminari fino ai playoff, che per ben due mesi hanno coinvolto squadre di quasi tutte le nazioni d’Europa. Una avventura lunga e faticosa, se si pensa che 26 squadre erano già ammesse di diritto al tabellone principale e di conseguenza c’erano appena sei posti a disposizione – che sono alla fine andati a Dinamo Zagabria, Slavia Praga, Stella Rossa, Ajax, Bruges e Olympiakos. I campioni cechi che oggi vedremo in azione a San Siro hanno eliminato ai playoff i rumeni del Cluj, citazione per il caso particolare della Grecia, nazione tra quelle che hanno due posti ma entrambi ai preliminari. Ce l’ha fatta l’Olympiakos fra i piazzati, non il Paok fra i campioni, così avremo una squadra greca, ma non i campioni nazionali in carica. Adesso però basta parole: si va in campo, la Champions League comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I NUMERI DELLA FASE A GIRONI

Sempre più vicino il momento in cui scopriremo i primi risultati Champions League per la nuova stagione, possiamo intanto osservare alcuni numeri dell’edizione 2019-2020 della massima competizione europea per club. Per prima cosa rendiamo onore all’Atalanta, che è l’unica delle 32 squadre partecipanti al debutto in Champions League. Le nazioni rappresentate sono in totale 16: sappiamo che Germania, Inghilterra, Italia e Spagna hanno quattro squadre a testa, con le quali vanno a comporre esattamente la metà dell’organico della Champions League; tre squadre per la Francia, due per la Russia e il Belgio, ci sono infine ben nove nazioni (Olanda, Austria, Portogallo, Repubblica Ceca, Croazia, Serbia, Grecia, Turchia e Ucraina) che sono rappresentate da una singola squadra a testa. Sono invece undici le formazioni che nella loro storia hanno già vinto almeno una edizione della Coppa dei Campioni/Champions League fra quelle partecipanti all’edizione che culminerà con la finale il 30 maggio 2020 all’Ataturk Olympic Stadium di Istanbul. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: COSì L’ANNO SCORSO

In attesa di scoprire i risultati Champions League per le partite di martedì, è curioso notare come anche l’anno scorso l’Inter era stata protagonista dell’apertura della fase a gironi, perché nella prima giornata aveva giocato una delle due partite delle ore 18.55 del martedì. I tifosi nerazzurri sicuramente ricorderanno la vittoria in rimonta per 2-1 contro il Tottenham a San Siro: Spurs in vantaggio con il gol di Eriksen, Icardi firmò il pareggio al minuto 86 e in pieno recupero ecco il gol di Vecino per dare la vittoria a Luciano Spalletti e far esplodere di felicità il Meazza. Debutto con il botto dunque per l’Inter contro una grande rivale come il Tottenham, il Napoli invece nella prima giornata non riuscì ad andare oltre un pareggio per 0-0 contro la Stella Rossa. Fare risultato a Belgrado non è mai semplice (il Liverpool qualche settimana dopo perse), tuttavia con il senno di poi i due punti lasciati per strada furono pesantissimi per Carlo Ancelotti, che con una vittoria in casa della Stella Rossa avrebbe passato il turno a danno proprio del Liverpool, cambiando la storia dell’intera Champions League. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: LE PARTITE DI MARTEDì

Oggi martedì 17 settembre 2019 vivremo una serata ricca di calcio, con i primi risultati Champions League delle partite in programma oggi per la prima giornata della fase a gironi. Cominciano per primi i gruppi con le lettere dalla E alla H, andiamo a vedere il programma di tutte le partite, con il formato degli orari che è rimasto quello della passata stagione. I primi due risultati Champions League arriveranno dunque dalle partite delle ore 18.55, che saranno Inter Slavia Praga del girone F e Lione Zenit del girone G. Alle ore 21.00 avremo invece il fischio d’inizio per le rimanenti sei partite: Napoli Liverpool e Salisburgo Genk del girone E; il big-match Borussia Dortmund Barcellona per il girone F; Benfica Lipsia per il girone G; Chelsea Valencia e Ajax Lilla infine per il girone H.

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: INTER E NAPOLI IN CAMPO

Parlando dei risultati Champions League attesi per oggi, ecco che in campo scenderanno per prime fra le squadre italiane Inter e Napoli, che vivranno due martedì che potremmo definire opposti. I nerazzurri di Antonio Conte cominciano infatti con la partita sulla carta più facile (in casa contro lo Slavia Praga) di un girone però globalmente durissimo, dal momento che comprende pure Borussia Dortmund e Barcellona, che infatti stasera si sfideranno in Germania in una partita di altissimo livello. Il discorso è praticamente opposto per il Napoli di Carlo Ancelotti: inizio con il botto perché al San Paolo arriva il Liverpool campione d’Europa in carica, tuttavia il girone nel suo complesso non è impossibile, dal momento che comprende pure Salisburgo e Genk. In Champions League nessuna squadra è scarsa, ma almeno il secondo posto dovrebbe essere senza dubbio alla portata del Napoli.

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE, 1^ GIORNATA

GIRONE E

RISULTATO FINALE Napoli Liverpool 2-0 – 82′ rig. Mertens, 92′ Llorente

RISULTATO FINALE Salisburgo Genk 6-2 – 2′ Haland (S), 34′ Haland (S), 36′ Hee-Chan Hwang (S), 40′ Lucumi (G), 45′ Haland (S), 45’+3′ Szoboszlai (S), 52′ Samatta (G), 66′ Ulmer (S)

CLASSIFICA: Salisburgo 3, Napoli 3, Liverpool 0, Genk 0

 

GIRONE F

RISULTATO FINALE Inter Slavia Praga 1-1 – 63′ Olayinka (S), 92′ Barella (I)

RISULTATO FINALE Borussia Dortmund Barcellona 0-0. Note: 57′ Reus (BD) sbaglia rigore (parato)

CLASSIFICA: Inter 1, Slavia Praga 1, Barcellona 1, Borussia Dortmund 1

 

GIRONE G

RISULTATO FINALE Lione Zenit 1-1 – 41′ Azmoun (Z), 51′ rig. Depay (L)

RISULTATO FINALE Benfica Lipsia 1-2 – 69′ Werner (L), 79′ Werner (L), 84′ Seferovic (B)

CLASSIFICA: Lipsia 3, Lione 1, Zenit 1, Benfica 0

 

GIRONE H

RISULTATO FINALE Chelsea Valencia 0-1 – 74′ Rodrigo. Note: 88′ Barkley (C) sbaglia rigore (traversa)

RISULTATO FINALE Ajax Lille 3-0 – 18′ Promes, 50′ E. Alvarez, 62′ Tagliafico

CLASSIFICA: Ajax 3, Valencia 3, Chelsea 0, Lille 0

© RIPRODUZIONE RISERVATA