Fine Mercato Energia/ Dobbiamo passare tutti al mercato libero: le novità (ultime notizie 29 giugno 2024)

- Danilo Aurilio

Dal 1 luglio 2024, tutti coloro che non hanno scelto un fornitore nel mercato libero gli e ne verrà assegnato uno in modo automatico.

obiettivo emissioni zero obiettivo emissioni zero

A partire dal 1 luglio 2024, il Servizio di Maggior Tutela per la fornitura dell’energia elettrica alle utenze domestiche, porrà una fine per un totale di 3,7 milioni di clienti non vulnerabili: il processo di transizione riguarderà tutti coloro che non hanno ancora selezionato un fornitore di energia sul mercato libero.

Con la fine del Mercato di Energia, tutta l’attenzione verrà incentrata su una nuova fase di mercato: il Servizio a Tutele Graduali.

Fine Mercato Energia: le indicazioni ARERA

Il nuovo Servizio a Tutele Graduali ( che entrerà sul mercato dopo la fine del Mercato Energia), offrirà il suo servizio a partire dal 1 luglio 2024 e resterà attivo fino al 31 marzo del 2027.

A partire dal primo giorno del mese di luglio, tutti gli utenti che non hanno ancora scelto un operatore nel campo del mercato libero verranno assegnati – in maniera automatica – ad un nuovo fornitore tramite la sottoscrizione di un contratto alle stesse condizioni previste per tutti i clienti non vulnerabili.

Tutti i clienti non vulnerabili, che sono entrati a far parte del mercato libero, fino al 30 giugno 2024 potranno entrare a far parte del Servizio di Maggior Tutela.

Rientrano a far parte nella categoria di clienti vulnerabili, le persone appartenenti alle seguenti categorie:

  • Percettori di bonus sociale;
  • Persone con più di 75 anni di età;
  • Soggetti con disabilità;
  • Tutti i residenti in moduli abitativi minori, isole minori non ben collegate, tutti i titolari di utenze elettriche di nuclei familiari dove è presente un disabile che necessità di apparecchi elettronici destinati al salvavita.

Durante gli aggiornamenti riportati da ARERA, si è ricavato che nel 3° trimestre del 2024 le bollette destinate ai clienti vulnerabili subiranno un aumento del 12%: questo incremento è causato da un aumento dei costi del gas naturale e dell’energia elettrica.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Fisco

Ultime notizie