SEGGI ED ELETTI LEGA, ELEZIONI EUROPEE 2019/ Preferenze Salvini: i 28 euro deputati

- Niccolò Magnani

Elezioni Europee 2019, tutti gli eletti della Lega di Salvini: preferenze e nomi che avranno un seggio per Nord Ovest, Nord Est, Centro, Sud e Isole

Matteo Salvini, lega
Comizio Lega Europee: Fontana, Giorgetti e Salvini (LaPresse, 2019)

GLI ELETTI NELLA LEGA

Sono in tutto 28 i leghisti che comporranno il nuovo Europarlamento: nell’attesa di ricevere il bollino ufficiale del Viminale in accordo con il Parlamento Ue, Salvini ha festeggiato da Via Bellerio questa mattina e dal Ministero degli Interni poco fa, «La geografia dell’Europa è cambiata, da Le Pen a Orban passando per Farage: sono nuovi e futuri alleati, il gruppo che proviamo a mettere in piedi avrà tra i 100 e i 150 eurodeputati, proviamo a salvarla questa Europa nelle sue radici e nel suo sogno originario. Aspettiamo ancora di capire quanti sono i seggi, domani però li convoco per distribuire i primi compiti a casa: attendiamo la lettera della Commissione Ue al nostro Paese per ridiscutere i parametri della nostra economia, occorre lavorare per rivedere però dei parametri vecchi che hanno fatto male al popolo europeo». I nomi sono quelli che circolano da stamani, in attesa di una conferma ufficiale: Silvia Sardone, Isabella Tovaglieri, Danilo Lancini, Stefania Zambelli, Marzo Zanni, Mara Bizzotto, Toni Da Re, Paolo Borchia, Susanna Ceccardi, Massimo Casanova e Annalisa Tardfino. Sopra i 30mila voti anche la senatrice Anna Bonfrisco. In pole per l’Europa poi il veronese Borchia, l’avvocato bolognese Basso e i due friulani Lizzi e Dreosto.

ELEZIONI EUROPEE 2019: DIRETTA ITALIAELETTI E PREFERENZE: PDFORZA ITALIAFRATELLI D’ITALIAMOVIMENTO 5 STELLE

RISULTATI CIRCOSCRIZIONI: NORD EST – NORD OVEST – CENTRO ITALIA – SUD ITALIA – ISOLE

LEGA, ELEZIONI EUROPEE 2019: GLI ELETTI SICURI

Ormai con i risultati delle elezioni europee 2019 che diventano sempre più consolidati e definitivi emergono anche con più chiarezza quelli che saranno i candidati che siederanno all’Europarlamento. Secondo quanto riportato dal sito del Parlamento europeo, alla Lega, che ha ottenuto più del 34% dei voti, spetteranno 28 seggi. Secondo YouTrend, nella circoscrizione Isole gli eletti sicuri sono Matteo Salvini e Annalisa Tardino. Considerato però che il vicepremier con tutta probabilità rinuncerà allo scranno, il suo posto verrà preso da Francesca Donato. Nella circoscrizione Sud, invece, sarebbero eletti sicuramente Matteo Salvini, Massimo Casanova e Andrea Caroppo. In questo caso il leader del Carroccio lascerebbe il posto a Lucia Vuolo. Nella circoscrizione Centro vengono indicati come eletti sicuri Salvini, Susanna Ceccardi e Antonio Maria Rinaldi. Nella circoscrizione Nord-Est, gli eletti sicuri della Lega sarebbero Salvini, Mara Bizzotto, Gianantonio Da Re e Paolo Borchio. Il ministro dell’Interno qui lascerebbe il posto ad Alessandra Basso. Infine, nella Circoscrizione Nord-Ovest, considerando la rinuncia di Salvini, sarebbero eletti Angelo Ciocca, Silvia Sardone, Isabella Tovaglieri e Danilo Lancini. (aggiornamento di Lorenzo Torrisi)

LEGA, ELEZIONI EUROPEE 2019: GLI ELETTI PER SUD E ISOLE

La Lega è il primo partito alle europee 2019 e, secondo le proiezioni di YouTrend basate sui risultati parziali, il Carroccio dovrebbe ottenere 29 seggi all’europarlamento. Nella circoscrizione Isole dovrebbero essere due i candidati eletti e, andando a vedere le preferenze espresse dagli elettori, ad avere un posto sicuro è Annalisa Tardino, che è arrivata seconda, alle spalle di Matteo Salvini. Il vicepremier, non solo perché capolista in tutte le circoscrizioni, ma anche per il suo incarico nel Governo, dovrebbero però cedere il seggio che gli spetterebbe al terzo classificato tra i candidati, ovvero a Francesca Donato. Dunque dalle Isole la Lega porterebbe al Parlamento europeo due donne. Al Sud la situazione è diversa. I seggi attribuiti al Carroccio sarebbero cinque e, considerando anche in questo caso il più che probabile passo indietro del candidato più eletto, ovvero Salvini, verrebbero eletti 4 uomini (Massimo Casanova, Andrea Caroppo, Valentino Grant e Vincenzo Sofo) e una sola donna (Lucia Vuolo), che complessivamente ha ottenuto il quarto numero più alto di preferenze in lista. (aggiornamento di Lorenzo Torrisi)

LEGA, ELEZIONI EUROPEE 2019: GLI ELETTI AL NORD-OVEST

Mancano meno di 100 sezioni in tutta Italia da scrutinare e il dato ormai può considerarsi ufficiale: la Lega è il primo partito d’Italia con il 34,34% dei voti conquistati nello spoglio delle Elezioni Europee 2019, il che significa di certo una presenza massiccia di eletti nel nuovo Europarlamento, un completo “ribaltone” rispetto a soli 5 anni fa quando il Carroccio guidato da Salvini arrivò al 6% dei voti nazionali. Entrando nelle pieghe delle preferenze, iniziamo a vedere quali potrebbero essere i nuovi eurodeputati eletti in quota Lega dopo lo straordinario successo del suo leader che raccoglie circa 2milioni di preferenze essendo capolista in tutte le circoscrizioni: al Nord Ovest la Lega punta a 10 seggi con il 40,6% dei consensi, oltre a Salvini a 668mila preferenze, 88364 sono i voti di Ciocca, 43928 per Silvia Sardone, 31478 Isabella Tovaglieri 31478, Danilo Lancini con 21644 voti e Stefania Zambelli a 18.320. Con 17328 Zanni supera Alessandro Panza a 17.040, mentre Alessandra Cappellari precede Dante Cattaneo con 16778 contro 15947. 41% al Nord Est per Salvini, con boom preferenze per Mara Bizzotto (91210), Toni Da Re (42324) e Paolo Borchia (36240); al Centro il Carroccio prende il 33,4% con Salvini a 384438 preferenze davanti a Susanna Ceccardi a 42193 voti. Per il Sud, Salvini ottiene il 23,27% dei consensi con 316716 preferenze al Ministro davanti alle 60347 per Massimo Casanova; nelle Isole, il 22,42% alla Lega porta in dote 239mila preferenze per Salvini davanti alle 32767 per Annalisa Tardino.

BOOM SEGGI PER LA LEGA DI SALVINI

Quando ancora lo spoglio dei risultati non è ancora definitivo ma molto vicino alla sua conclusione, la Lega può decisamente festeggiare per quanto ottenuto nel voto di ieri: Salvini farà man bassa dei seggi italiani con 29-30 seggi su 73 totali in dote all’Italia, sconfiggendo tanto il Pd quanto soprattutto il Movimento 5 Stelle. Secondo la stima prodotta da YouTrend sui dati parziale (aggiorni alle ore 6 di oggi, ndr) del Viminale, di quei 29 seggi conquistati dal Carroccio 10 provengono dal Nord Ovest dove restano le “briciole” ai rivali (5 al Pd, 2 a testa per M5s e Forza Italia, 1 a FdI), mentre ben 7 dal Nord est dove il Veneto e il Friuli fanno la voce grossa in casa Lega. Altri 5 seggi provengono dal Centro, 5 dal Sud (il risultato forse più clamoroso, solo un seggio dietro Di Maio) e 2 nella Circoscrizione Isole.

LEGA: ELETTI E PREFERENZE ALLE ELEZIONI EUROPEE 2019

La Lega di Matteo Salvini punta forte ad ottenere per le Elezioni Europee 2019 in Italia il bottino pieno di eurodeputati eletti, forte dei consensi fin qui guadagnati da quanto è al Governo (un balzo clamoroso dal 17% del 4 marzo scorso alle quote sul 30% prima del silenzio elettorale pre-Europee): i candidati, suddivisi come per tutti i partiti nelle 5 Circoscrizioni Italia (Nord Ovest, Nord Est, Centro, Sud e Isole) sono variegati e coinvolgono sia volti storici del Carroccio che nomi nuovi, con qualche “sacrificio eccellente” leggasi ai nomi Mario Borghezio o Roberto Calderoli. Il gruppo di Matteo Salvini vede in tutto 71 i candidati che proveranno a raccogliere i favori dei sondaggi e portare a casa quanti più eletti possibili per costituire lo sperato e tentato primo posto come gruppo sovranista alle Elezioni Europee, assieme a Le Pen, Veri Finlandesi, Afd e destra austriaca FPOE. Obiettivo fissato dalla Lega all’inizio della campagna elettorale fu di 25 eletti conquistati in Europarlamento, di fatto un terzo dei seggi disponibili in quota Italia: per farlo, Salvini posto capolista in tutte le circoscrizioni e candidati «che arrivano prevalentemente da esperienze amministrative, dai comuni per portare a Bruxelles le esigenze e le sensibilità dei territori», confermano dal Carroccio. Sulla Lega gioca però un fattore di profonda incognita il giudizio ufficiale del Consiglio d’Europa che a due giorni dalle Elezioni venerdì scorso non ha riconosciuto il gruppo Enf-Europa delle Nazioni, con possibili ripercussioni nel post-voto a seconda delle conseguenze possibili che potrebbero emergere con l’avanzare della composizione in Parlamento Ue

ELETTI LEGA ALLE ELEZIONI EUROPEE 2014 E I GRANDI ESCLUSI

Portando indietro la bussola del tempo alle scorse Elezioni Europee, fatti salvi i candidati eletti ma che hanno rinunciato al seggio in Europa come Matteo Salvini, Gianluca Buonanno (poi scomparso tragicamente in un incidente stradale, ndr), Flavio Tosi (oggi non più nella Lega) e l’attuale Ministro Lorenzo Fontana, furono solo 5 i candidati eletti all’Europarlamento in uno dei punti più bassi elettoralmente parlando della ex Lega Nord. Ecco i nomi degli eletti nel 2014: Angelo Ciocca (oggi confermato), Danilo Oscar Lancini, Mara Bizzotto, Giancarlo Scottà, Mario Borghezio. Proprio il veterano degli europarlamentari della Lega è stato però escluso nelle nuove liste di candidature, con il rapporto mai del tutto decollato col segretario Salvini: da 18 anni Borghezio era continuamente stato candidato ed eletto con la Lega all’Europarlamento. Salvini punta al rinnovamento, consolidando le pedine decisive dell’ultima legislatura delle Elezioni Europee come Marta Bizzotto, per l’appunto Ciocca e Angelo Attaguile, ex deputato e fedelissimo di Salvini in Sicilia.

ELEZIONI EUROPEE 2019, I CANDIDATI LEGA: NORD-OVEST E NORD-EST

Per quanto riguarda invece le liste attuali dei candidati al Parlamento Europeo per la Lega, Salvini nelle Circoscrizioni Nord Ovest ed Est ha puntato su amministratori locali, assessori ed ex candidati alle Elezioni Politiche delle precedenti legislature. Per quanto riguarda la Circoscrizione Italia Nord Occidentale, i candidati sono: Salvini Matteo, Andreina Heidi Monica, Campomenosi Marco, Cappellari Alessandra, Casiraghi Marta, Cattaneo Dante, Ciocca Angelo, Gancia Gianna, Lancini Danilo Oscar, Marrapodi Pietro Antonio, Molteni Laura, Panza Alessandro, Poggio Vittoria, Porro Cristina, Racca Marco, Sammaritani Paolo, Sardone Silvia, Tovaglieri Isabella, Zambelli Stefania, Zanni Marco. Per la Circoscrizione Italia Nord Orientale invece, la Lega schiera questi candidati: Salvini Matteo, Basso Alessandra, Bizzotto Mara, Borchia Paolo, Cipriani Vallì, Conte Rosanna, Da Re Gianantonio, Dreosto Marco, Gazzini Matteo, Ghidoni Paola, Ghilardelli Manuel, Lizzi Elena, Occhi Emiliano, Padovani Gabriele, Rento Ilenia.

ELEZIONI EUROPEE 2019, I CANDIDATI LEGA: CENTRO, SUD, ISOLE

Per quanto riguarda invece le altre tre circoscrizioni, i nomi “nuovi” scelti da Salvini e Giorgetti sono numerosi, visto anche l’esplosione di adesioni al Carroccio negli ultimi mesi dopo il già importante successo della Lega alle Elezioni Politiche del 2018. Ecco dunque che per la Circoscrizione Italia Centrale i nomi dei candidati sono: Salvini Matteo, Baldassarre Simona Renata, Adinolfi Matteo, Alberti Jacopo, Bollettini Leo, Bonfrisco Anna detta Cinzia, Ceccardi Susanna, Lucentini Mauro, Pastorelli Stefano, Pavoncello Angelo, Peppucci Francesca, Regimenti Luisa, Rinaldi Antonio Maria, Rossi Maria Veronica, Vizzotto Elena. Per la Circoscrizione Italia Meridionale, Salvini Matteo, Antelmi Ilaria, Calderano Daniela, Caroppo Andrea, Casanova Massimo, Cerrelli Giancarlo, D’Aloisio Antonello, De Blasis Elisabetta, Grant Valentino, Lella Antonella, Petroni Luigi Antonio, Porpiglia Francesca Anastasia, Sapignoli Simona, Sgro Nadia, Sofo Vincenzo, Staine Emma, Tommasetti Aurelio, Vuolo Lucia. Da ultimo, per la Circoscrizione Italia Isole i nomi della Lega sono Salvini Matteo, Donato Francesca, Attaguile Angelo, Gelarda Igor, Hopps Maria Concetta, Pilli Sonia, Piu Massimiliano, Tardino Annalisa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA