Articoli 2008 di Scienze

ENERGIA/ Goetzberger: il nostro pianeta ha risorse limitate. Perchè l'Italia non scommette sull'energia solare?

Il professor Adolf Goetzberger è il fondatore del Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems ISE, uno dei fiori all’occhiello della ricerca avanzata tedesca. Recentemente L'istituto ha segnato il record europeo di efficienza per le Celle Solari, sfiorando il 40%. Ilsussidiario.net gli ha chiesto come vede il futuro energetico del pianeta e come è riuscito a connettere la ricerca scientifica e l'attività pratica

MATEMATICA/ Ecco perchè Confucio batte lo Zio Sam

Secondo il NCES si registra un lieve miglioramento nelle prestazioni scolastiche in campo scientifico. Il divario con i paesi asiatici rimane comunque molto alto. CARLO LANCELOTTI, spiega questo fenomeno accusando l’abbandono, da parte dell’Occidente, delle proprie radici culturali, humus indispensabile per accedere appieno a qualsivoglia ambito di conoscenze

CANCRO/ Dalle spugne del Mare Nostrum una speranza per vincere il tumore ai polmoni

L'interazione delle cellule polmonari con le polveri sottili è alla base nell'uomo di numerosi tipi di tumori polmonari. Ma tutti gli organismi rispondono allo stesso modo agli stimoli prodotti dal contatto con queste polveri? Come ci spiega GIORGIO BAVESTRELLO, nelle spugne di mare questi meccanismi sono in grado di neutralizzare queste polveri e forse di suggerire risposte alla ricerca...

NUMERI/ C'è un modo di appassionare docenti e ragazzi alla matematica

Un saggio, quello di Gabriele Lucchini, che punta il dito contro l’inefficiente impostazione metodologica nell’insegnamento della matematica, causa, nel nostro paese, di una diffusa “numerofobia”. Con un suggerimento per cambiare la situazione e rieducare i docenti e gli studenti rispettivamente alla passione per l’educazione e al fascino per i numeri

RICERCA/ L'occhio artificiale è ancora lontano, ma qualcuno ci prova...

Nei laboratori e nei centri di ricerca non si utilizza l’espressione “uomo bionico”, ma molte ricerche e sperimentazioni puntano in quella direzione. Ma cosa ha di tanto speciale il nostro occhio da rendere ardua la sfida di questi neuro scienziati e bioingegneri? Lo abbiamo chiesto a MAURO CERONI, docente di neurologia presso l’università di Pavia

CERVELLO/ Quali vantaggi porterà la “macchina per leggere il pensiero”? Al di là di certi trionfalismi mediatici...

Niente paura, nessuno verrà a sbirciarci in testa. È quanto assicura il professor GIANFRANCO BASTI, fisico, teologo e docente di Filosofia della Scienza, presso la Pontificia Università Lateranense, in merito agli entusiasmi pseudoscientifici con cui gran parte dei media hanno salutato un apparecchio in grado di ridare la voce a un disabile monitorandone le reazioni cerebrali

COLERA/ Pregliasco: la situazione in Zimbabwe è l'ennesimo caso di una malattia che accompagna la povertà

Sembra una malattia superata, degna di un film sui pirati o di un romanzo. In Europa è un ricordo nemmeno troppo lontano per le generazioni più in là con gli anni. Ma spesso in Africa è sinonimo di morte. FABRIZIO PREGLIASCO descrive le dinamiche con cui si diffonde il colera spiegando che per lo più sono da ricondurre alla mancanza di adeguate cure e infrastrutture sanitarie

OLTRE DARWIN/ L'alba di una nuova idea di evoluzionismo: se anche Nature cerca una scienza de-ideologizzata

Il 2009 sarà l'anniversario della nascita e della più importante fra le pubblicazioni dello scienziato scozzese. In tutto il mondo numerosissimi saranno i convegni, le conferenze e le occasioni di dibattito. È quasi certo che continuerà la battaglia fra creazionisti e darwiniani, ma ciò che davvero conta, spiega MARIO GARGANTINI, è il rispetto scientifico e la ricerca della verità

PESTICIDI/ La moria delle api: il caso delle cicogne e delle culle vuote colpisce ancora

Neonicotinoidi, questo il nome delle sostanze accusate di causare lo sterminio di interi alveari e arnie. In realtà sembrerebbe solamente lo spauracchio utilizzato dal politically correct per promuovere decreti ambientalisti e mettere a tacere il malcontento ecologista. PIERO MORANDINI, spiega invece che le cause dello sterminio di interi alveari e arnie non sono ancora chiare

EFFETTO SERRA/ Kyoto non contrasta la Co2 che minaccia il pianeta? Ma convivere con il rischio climatico si può

Mentre si svolge in Polonia la conferenza mondiale sui cambiamenti climatici, rimbalza l'eco delle ultime analisi sullo stato dell'atmosfera del nostro pianeta e si diffonde un reiterato allarme: il quantitativo di gas serra, responsabili del surriscaldamento globale, non  accenna a diminuire come dovrebbe essere per effetto delle misure derivanti dall'ormai celebre protocollo di Kyoto. LUIGI MARIANI, autore del recente saggio Note scientifiche per un discorso sul clima (IF Press, 2008) spiega a ilsussidiario.net se questo allarmismo è giustificato.

GLI ARCHIVI DEL CANALE