ELETTI M5S ELEZIONI CALABRIA 2020/ Seggi, consiglieri regionali con più preferenze

- Carmine Massimo Balsamo

M5s Eletti Elezioni Regionali Calabria 2020: seggi, nomi consiglieri regionali con più preferenze per la lista in appoggio a Francesco Aiello

eletti m5s elezioni regionali calabria
Luigi Di Maio (LaPresse)

Ancora non si sa quanti seggi in Consiglio regionale otterrà il Movimento 5 Stelle in seguito ai risultati delle elezioni in Calabria. In pentastellati complessivamente, quando sono state scrutinate 2.251 sezioni su 2.420, sono accreditati del 6,2% dei voti. In attesa di avere proiezioni più certe anche sulla composizione della nuova assemblea regionale, può essere utile in ogni caso verificare chi sono i candidati più votati. Nella circoscrizione nord, relativa alla provincia di Cosenza, Vittorio Bruno (1.120 preferenze) stacca Davide Tavernise (787). Nella circoscrizione centro, relativa alle province di Vibo Valentia, Catanzaro e Crotone, in testa c’è Chiara Giardino (1.269 voti), davanti a Vittorio Oliveto (929). Infine, nella circoscrizione sud, relativa alla provincia di Reggio Calabria, Armando Quattrone è accreditato di 886 preferenze, mentre Maria Laface di 707. I futuri consiglieri regionali pentastellati dovrebbero quindi essere alcuni di questi candidati, ma occorrerà attendere i risultati definitivi per scoprire di chi si tratta. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Elezioni Regionali 2020: Emilia Romagna (diretta); Calabria (diretta) – sondaggi e flussi di voto – Eletti Emilia Romagna (PdLegaM5sFI) – Eletti Calabria (PdLega – FI)

I DATI SUI VOTI SCRUTINATI

Debacle del Movimento 5 Stelle in Calabria. Se in Emilia Romagna il risultato è stato disastroso, poco meglio è stato fatto dai pentastellati nella regione più a sud, dove i grillini hanno raggiunto un misero 7% delle preferenze degli elettori. Cinque erano le circoscrizioni calabresi in cui si poteva votare, a cominciare da quella nord (Cosenza), dove il candidato del M5s, Aiello, si è addirittura piazzato in ultima posizione con il 7.83% dei voti, dietro anche al “locale” Carlo Tanzi che ha invece ottenuto il 10% dei voti. A Crotone, invece, Aiello ha ottenuto l’11% dei voti (il dato più alto per il Movimento in Calabria), mentre a Catanzaro ha superato quota 8%. A Vibo Valentia il risultato peggiore, 4.89%, infine l’ultima circoscrizione, quella a sud, dove il Movimento 5 Stelle ha ottenuto il 5%. Risultati che dovranno far seriamente riflettere il popolo grillino, alla luce anche della clamorosa debacle in Emilia. (aggiornamento di Davide Giancri)

ELETTI M5S IN CALABRIA: CHI SARANNO? I CANDIDATI

Chi saranno gli eletti M5s alle Elezioni Regionali Calabria 2020? C’è grande curiosità per scoprire i risultati raccolti dai grillini e dal candidato Francesco Aiello, docente dell’Unical selezionato attraverso le Regionarie su Rousseau. Sei anni fa i pentastellati non superarono il 5% con il candidato Cono Cantelmi e difficilmente riusciranno a ottenere molti più voti in questa tornata elettorale, che vede un testa a testa tra Centrodestra e Centrosinistra. Scopriamo ora chi sono i candidati M5s partendo dalla Circoscrizione Centro: Iolanda Nausica Scalese, Francesco Mardente, Chiara Giardino, Dariush Assadi, Alessia Bausone, Giuseppe Tropeano, Umberto Militare, Vittorio Oliveto. Passiamo ora alla Circoscrizione Nord: Vittorio Bruno, Guglielmo Minervino, Rossella Gallo, Davide Tavernise, Valentina Pastena, Manlio Caligiuri, Gianluca Paladino, Carmela Cirullo, Rosa Bevilacqua. Infine, ecco i candidati della Circoscrizione Sud: Maria Laface, Antonino Scappatura, Armando Quattrone: Domenico Augliera, Riccardo Barbucci, Cosimo Romeo, Natale Costantino.

ELEZZI M5S ALLE ELEZIONI REGIONALI CALABRIA, I DATI DEL 2014

Le elezioni Regionali del 2020 potrebbero consentire al movimento 5 Stelle di entrare per la prima volta nel Consiglio regionale calabrese: alle elezioni del 2014 i grillini non ottennero alcun seggio, con il candidato Cono Cantelmi addirittura sotto il 5%. Il Movimento raccolse il 4,9%, poco più di 38 mila voti, dato simile a quello del candidato presidente (4,96%). Come dicevamo, difficilmente ci sarà un exploit pentastellato a questa tornata elettorale ma l’obiettivo è quello di raccogliere almeno qualche seggio. La situazione complicata a livello locale è stata ulteriormente resa difficile dalle dimissioni di Luigi Di Maio da leader politico, figura molto apprezzata in particolare al Sud. I precedenti non fanno ben sperare: il M5s infatti registrò il crollo alle Regionali dopo aver raccolto il 21,50% alle precedenti Europee ed il 24,9% alle politiche di un anno e mezzo prima. Una parabola grillina a dir poco negativa, senza dimenticare il flop alle scorse comunali reggine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA