SPECIALI / SIRIA: GUERRA CIVILE

A fine agosto 2013 la guerra civile in atto in Siria ha avuto una brusca impennata dopo il grve episodio di un attacco con gas nervino che ha causato la morte di centinaia di persone tra cui numerosi donne e bambini. Le parti in causa si rivolgono reciproche accuse di essere l'autori della strage. L'Onu ha mandato i suoi ispettori, mentre tra i diplomatici stranieri - in primis quelli statunitensi e britannici - sale la richiesta di un intervento armato internazionale per porre fine a conflitto che vede contrapposti il regime guidato dal presidente siriano Bashar al-Assad e gli oppositori riuniti nella Coalizione nazinale siriana. La scintilla delle proteste che hanno dato il via alla crisi si è accesa il 15 marzo 2011 quando, sulla scia della cosiddetta "Primavera araba", i primi manifestanti anti Assad sono scesi in piazza. Via via le proteste si sono trasformate in scontri tra l'esercito e i manifestanti in una escalation che ha portato la Croce Rossa Internazionale a dichiarare, il 15 luglio 2012, la crisi siriana come un "conflitto armato non internazionale".