Dossier / Fecondazione assistita

La disponibilità della fecondazione artificiale pone diverse questioni di ordine giuridico e umano: l’assenza di controllo ha abbattuto le barriere poste dalla natura umana, permettendo un mercato di fatto incontrollabile. Non si può poi nascondere l’interrogativo più inquietante, sul rapporto costo-beneficio (in termini umani) di una tecnica che, anche quando va in porto, richiede la creazione e la soppressione degli embrioni soprannumerari (sia quelli non impiantati, sia quelli impiantati in eccesso). Ilsussidiario.net offre ai suoi lettori analisi e giudizi di diverse voci, dalla scienza alla politica, al mondo giuridico.