Articoli 2008 di Industria

ALITALIA/ Che fine ha fatto Cai? Dietro il silenzio dei media, le mosse future della cordata

Anche se pare calato l'interesse sulla vicenda, il caso Alitalia è in un momento cruciale. Gli obiettivi di Cai sembrano sempre più chiari e - in parte - obbligati, ma (oltre a quelli con i sindacati) sarà difficile che i desiderata  degli imprenditori della cordata si possano facilmente realizzare. Un esempio? Trovare un socio straniero che porti capitali, know-how, strategia industriale ed esperienza ma che accetti di essere in minoranza nella compagnia. Punto per punto ecco i temi sul piatto

ALITALIA/ La trattativa è appesa a un filo, che forse è meglio recidere

Mentre la trattativa è in crisi, ci sono alcune certezze: la vendita degli asset alla Cai sarà l’ennesimo spreco di denaro pubblico, le società aeroportuali di Milano e Roma avranno gravi perdite, il fallimento sarebbe meno oneroso per l’Italia. I costi di un eventuale fallimento, infatti, sarebbero sicuramente inferiori non solo per i contribuenti, ma anche per i viaggiatori

ALITALIA/ Alcune buone ragioni per fidarsi del "piano Fenice"

Il direttore di Economy SERGIO LUCIANO spiega che piano di salvataggio della Compagnia di bandiera è, per Alitalia e per l’Italia, la via d’uscita migliore: gli esuberi sono contenuti rispetto a quanto avrebbe fatto Air France, e la deroga alle norme antitrust sono in realtà piccola cosa rispetto a quanto accade nel resto d’Europa

Sacconi: Alitalia, il governo farà di tutto per garantire il reimpiego dei lavoratori

Tra i tanti punti ancora da dettagliare nella vicenda Alitalia, resta da chiarire l’entità degli esuberi. Ilsussidiario.net lo ha chiesto al ministro del Welfare Maurizio Sacconi. Che aggiunge: «Ci saranno certamente soluzioni imprenditoriali sia per l’attività di trasporto merci che per le attività di manutenzione straordinaria, come per le funzioni ausiliarie di gestione dei sistemi amministrativi e informativi e call center»

GLI ARCHIVI DEL CANALE