Nicolo Pomata è morto: addio allo chef di Carloforte/ Stroncato a 79 anni da un malore improvviso

- Lorenzo Drigo

È morto Nicolo Pomata, celebre chef sardo che ha contribuito a rendere il tonno di Carloforte famoso in tutto il mondo: nel suo ristorante aveva ospitato anche Agnelli e Armani

Nicolo Pomata Nicolo Pomata, chef del ristorante 'Da Nicolo' (Foto: Twitter)

Nicolo Pomata è morto all’età di 79 anni: chi era lo chef di Carloforte

È morto tragicamente all’età di appena 79 anni Nicola Pomata – in arte Nicolo -, tra gli chef più famosi dell’intera Sardegna, proprietario di quel ristorante ‘Da Nicolo’ aperto nel 1969 nella piccola e brulla isolotta di San Pietro, precisamente nella città di Carloforte, e diventato una vera e propria meta per i turisti gastronomici di tutta Italia e di mezzo mondo. A darne l’annuncio sono stati i suoi familiari – lascia, infatti, tra figli, Antonello, Luigi e Maddalena, oltre ad un nipotino Niccolò – che riportano come causa un malore improvviso che avrebbe colto Nicolo Pomata solo pochi giorni fa, costringendolo ad un ricovero d’urgenza nell’ospedale di Cagliari, dove infine è morto.

Professionale, ma sempre simpatico ed amichevole con tutti i clienti, negli anni ha ospitato nelle sue belle sale personaggi come Giorgio Armani e Gianni Agnelli, attirati dalle linguine alla Nicolo – diventate un vero e proprio must del menù di Pomata già dal 1973 quando entrarono nella Guida Barilla tra le 100 migliori paste italiane -; oppure dalle particolari lavorazioni del tonno rosso di Carloforte che proprio il ristorante Da Nicolo ha contribuito a rendere celebre in tutto il mondo.

Nicolo Pomata nei ricordi del figlio Luigi: “Era sempre attivo e positivo”

“Ci lascia un pezzo di storia di Carloforte”, è il commento a caldo di Stefano Rombi – sindaco carlofortese e da sempre amico di Nicolo Pomata – sulle pagine di Provincia del Sulcis Iglesiente, “e un maestro della cucina sarda. La sua energia contagiosa, le sue idee coinvolgenti, la sua capacità di raccontarci. Tutto questo rimarrà”. Mentre il figlio Luigi (che oggi sta seguendo le orme del padre nella ristorazione) ha posto l’accento sul “segno” che Nicolo Pomata ha lasciato “sulla cucina della Sardegna”, al pari di mostri sacri della gastronomia come “Rita Denza e Pasqua Salis. Voleva sempre essere attivo, aveva mille idee, anche adesso che era avanti con l’età. Lui era così. Gli piaceva sperimentare, viaggiava molto e ha fatto in modo che anche noi figli girassimo il mondo. Ma soprattutto non mancava mai il suo sguardo positivo su ogni cosa“.

E sarà probabilmente proprio uno dei suoi figli a raccogliere quel difficile testimone che è il ristornate Da Nicolo, perché come racconta Ansa la passione per la cucina è insita nella storia familiare dei Pomata, con il nonno Luigi che era tra gli chef più apprezzati dell’Hotel Riviera e i figli Antonello e Maddalena che da sempre lavoravano al fianco del padre a Carloforte; mentre Luigi attualmente ha aperto il suo primo ristorante a Cagliari.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Food

Ultime notizie